Associazione Culturale Arte e Spettacolo ONLUS
ASSOCIAZIONE CULTURALE ARTE E SPETTACOLO ONLUS
Vai ai contenuti

Menu principale:

recensioni

Cultura e tempo libero > Mondo libri

L'isola perduta
di
Jack Rogan





Un romanzo d' esordio ma che ha tutte le carte in regola per essere considerato un piccolo tesoro nella propria biblioteca personale. Avventura, suspence e mistero si intrecciano nelle pagine che scorrono veloci, piano piano, fin dalla prima pagina sembrerà di essere imbarcati sull' Antoinette a esplorare le coste frastagliate e gli spuntoni degli scogli, a cercare, fra le palmizie e le verzure i moderni forzieri carichi di armi di contrabbando. Ma un segreto terribile affiora dagli abissi e uomini e donne si ritroveranno a combattere un antico nemico riemerso per nutrirsi.
L' Antoinette è un cargo proveniente da Miami, approda in un' isola non segnata sulle carte per incontrarsi con la Mariposa, un peschereccio che trasporta armi illegalmente, ma dalla Mariposa arriva una richiesta d'aiuto, frasi inconsulte e grida, poi più nulla. Il capitano dell' Antoinette, Gabe Rio, fa rotta verso l'isola e lo scenario che si presenta ai suoi occhi è incredibile. Relitti di vecchie navi ammassati sotto la costa e sulla Mariposa un solo superstite ormai in fin di vita. Decide di sbarcare sull'isola insieme a Tori, una ragazza dal passato burrascoso e qualche marinaio, trovano una grotta formata da pietra nera, lucida e levigata, strani segni che mettono i brividi ossa umane che ondeggiano al ritmo delle onde.
Strane e terribili creature abitano gli abissi e le caverne dell'isola, esseri serpentiformi che temono il sole e si nutrono di uomini, la corsa contro il tramonto e la lotta senza pari, uomini contro animali antropofagi risalenti a migliaia di anni addietro.
Un romanzo per chi ama l'avventura, il poliziesco e il thriller, il tutto in un unica grande storia dal sapore mitico di vetuste sirene risalite dagli abissi per uccidere.

L' isola perduta, di Jack Rogan, edito da Mauri Spagnol ( tre60 ), 443 pagine, 9,90 euro.
Elvira Guerrera

I sussurri della morte
di
Simon Beckett



Per chi ama il macabro ed è affascinato dalla trasformazione che la morte infligge ai corpi, allora i sussurri della morte è il libro adatto, da un grande autore, che ci ha regalato romanzi come La chimica della morte, una storia sul filo del rasoio che lascia con il fiato sospeso, la Body Farm del Tennessee non è la sola che "colleziona" cadaveri, infatti in un bungalow viene ritrovato un cadavere orrendamente mutilato e molto presto, altri corpi affioreranno per cercare giustizia.
David Hunter lavora temporaneamente alla Body Farm del Tennesse, cerca la conferma di potersi confrontare con  la morte e lo studio dei corpi nelle varie fasi di putrefazione, ai suoi occhi, infatti si ripresenta sempre la scena di quando è stato ferito gravemente durante un'indagine, riaffiora all'improvviso come emergendo al rallentatore dai meandri più tetri della sua memoria per tormentarlo e distrarlo dal lavoro. Quello che doveva essere una semplice consulenza richiesta dal suo amico Tom, si trasforma invece in un' indagine vera e propria che graverà sulle spalle di David.
Un bel libro, per chi ama il genere, ma non certo adatto ai deboli di stomaco, le descrizioni dei corpi e la storia di per sé , è una miscellanea  di colori tendenti al rosso, macabro al punto giusto, ricco di personaggi ben strutturati e corposi che rendono la storia degna di essere letta.
I sussurri della morte, di Simon Beckett, edito da Super Pocket, 454 pagine, 6,90 euro.
Elvira Guerrera

100% Sbirro





Questo non è un romanzo né tanto meno una storia inventata, è bensi un memoriale, una lunga sequenza di ricordi, alcuni anche comici ma molto spesso lasciano con il fiato sospeso a chi sta li a leggere magari non ricordandosi che si tratta di storie vere. I M.D è un poliziotto della Catturandi di Palermo, non è saputo il suo nome, si firmerà solamente con le sue iniziali ma ci racconterà molto di se e della sua vita di uomo di giustizia. Piccoli furti o grandi indagini che hanno portato alla cattura di  latitanti di grosso calibro, appostamenti e pedinamenti, ricordi di un giovane sovrintendente che ha voluto mettere su carta un pezzo importante della sua vita e a lui si unisce il coro dei suoi compagni di squadra che come lui lottano ogni giorno per la giustizia, sacrificando anche la libertà e a volte aprendo anche i cordoni della propria borsa per condurre le indagini, molte volte ingegnandosi in esperimenti tecnologici come "Tecnouomo" o usando vecchi sistemi, ma pur sempre efficaci, per sfondare una porta, come "Martello" e non dimentico Panda, Bracco, Dux, La cimice, Lupo, Gimondi o Punzello in un certo senso personaggi che ho ascoltato mentre mi raccontavano uno stralcio della loro vita sulle strade. Grandi uomini, poliziotti nati dentro, ingegnosi, coraggiosi e ironici anche nei momenti più impensati, sbirri veri, sbirri al 100%.
Sbirri al 100% è edito da Dario Flaccovio, 270 pagine, 13,00 euro.
Elvira Guerrera.


LA LEGGENDA DEL CACCIATORE DI VAMPIRI
Il diario segreto del presidente
di
Seth Grahame Smith




Onestamente è la prima volta che mi capita di leggere qualcosa di Grahame Smith, questo è il suo secondo romanzo il primo è stato Orgoglio e Pregiudizio e Zombie versione un po' brutalizzata del celebre romanzo di Jane Austen, a quanto pare il nostro Smith ama un po' l'orrido e ancor di più ama trasformare famosi romanzi e storici eroi in versioni splatter, versione fra l'altro che nel nostro caso di splatter ha ben poco, il romanzo accenna a fatti storici correlati in alcuni punti da fotografie, e da qui si dirama in anemici massacri di vampiri. Non che mi aspettassi descrizioni truculente di paletti che trafiggono inumani cuori o di affilate asce che spiccano le teste dai corpi, ma così il racconto si presenta troppo anemico e se mi permettete abbastanza pallido. Tim Burton ha tratto un film da questo romanzo, trasposto tra l'altro a quattro mani con lo stesso Smith, non ho visto il film ma spero che la trama mantenga quello che il titolo promette, ma Burton è stato capace di trasformare una favola come il ritorno di Alice nel paese delle meraviglie in una specie di favola nera e horror, quindi non dubito che il film tratto dal romanzo di Smith abbia assunto un po' di.....colore e forza.  
Abe è dovuto crescere in fretta, sua madre è morta di una misteriosa malattia e suo padre non è quello che si dice una persona presente. Ma Abe scopre ben presto la madre è stata uccisa da un vampiro e nel suo nome ingaggia una battaglia che lo porterà lontano dalla casa paterna. Durante il suo pellegrinare alla caccia dei vampiri, Abe si imbatte in Henry, un gentiluomo vampiro che lo cura e nutre dopo che  ha subito l'attacco di una donna vampiro, i due instaurano un certo rapporto e una volta guarito Henry diventa il maestro d'armi del futuro presidente e gli fornisce alcuni nominativi di pericolosi vampiri. Comincia così una guerra mirata e un peregrinare per il Paese che lo portano a conoscere anche illustri personaggi come Edgar Allan Poe. Sarà un vampiro a mettere fine all' esistenza del  sedicesimo Presidente  degli Stati Uniti ?
Sicuramente è un bel libro anche se forse andava strutturato un po' meglio, gli accenni storici e la storia vera e propria andavano fusi in modo da dare l'impressione al lettore di vivere davvero nell' Indiana del 1820 e magari credere davvero che oltre a combattere i Confederati e a lottare per liberare gli schiavi Abramo Lincoln abbia combattuto a colpi d'ascia contro voraci Vampiri
La leggenda del cacciatore di vampiri, di Seth Grahame Smith edito da Nord, 408 pagine 14,60 euro.

Elvira Guerrera.  


Il sotterraneo
di
Stephen Leather




Questo è il primo romanzo romanzo di Leather che mi capita sotto mano e devo dire che mi ha colpito, non nella storia che se vogliamo è anche un po' banale, ma il colpo di scena finale mi ha lasciato a bocca aperta e sono andata a ricercare tra le pagine se caso mai l'autore si era lasciato scappare un indizio che rivelasse l'arcano. Bravo anche per come ha giostrato con i personaggi facendoli apparire anche per quello che non erano, e nello stesso tempo enigmatici e subdoli. Nel thriller ci sono solo cinque personaggi, ma sono ben strutturati e comunque bastano loro a fare di questo thriller un buon thriller.
Sarah è stata rapita, per cercare di salvarla due detective del dipartimento di polizia indagano fino a trovare un uomo che sembra essere il maggiore indiziato, ma Marvin Waller è un uomo molto disturbato e i due poliziotti avranno più problemi di quanto si aspettano.
Un bel libro sicuramente da leggere, dal finale sorprendente.
Il sotterraneo di Stephen Leather, edito da Sperling e Kupfer, 204 pagine 9,90 euro.
Elvira Guerrera

La consulente
di
Jeffery Deaver



Jeffery Deaver ha una peculiarità molto apprezzata, quella di essere camaleontico e malleabile nei suoi romanzi. Ci ha fatti rabbrividire e divertire, e ci ha regalato un personaggio speciale come Lincoln Rhyme, ma si sempre distinto per la sua caratteristica di toccare argomenti sempre attuali e diversi; dal poliziesco al thriller e persino al thriller storico ambientato nella Berlino del 1936 quando l'ascesa di Hitler destava preoccupazione nella popolazione mondiale, si è addentrato negli intricati meandri della " rete" virtuale facendoci trattenere il fiato, e adesso con La consulente, ci porta tra gli uffici di un prestigioso studio legale dove aleggia lo spirito della corruzione, dell'inganno e della morte.
Taylor Lockwood lavora per la Hubbard, White e Willis come consulente, quando uno degli avvocati le affida un delicato compito Taylor accetta ma mentre indaga e scava nei segreti dello studio legale per cui lavora tra le mani della ragazza capita un documento che potrebbe mandare a rotoli un affare miliardario. La posta in gioco è alta e c'è qualcuno che farà di tutto pur di portare a termine i suoi piani.
Un thriller che fa effetto, carico di tensione che lascia con il fiato sospeso il lettore fino all'imprevedibile colpo di scena finale.

La consulente di Jeffery Deaver, edito da Rizzoli, 466 pagine, euro 19,50.

Elvira Guerrera.

Una lama di luce
di
Andrea Camilleri



Una nuova indagine per il commissario più famoso dei polizieschi siciliani che si trova alle prese con un traffico d'armi e un'indagine parallela su un traffico di opere d'arte.
Un sogno forse premonitore angustia il commissario Montalbano, una bara a cielo aperto e un cadavere da riconoscere, il sogno lascia nel commissario un segno forte che si ripercuote nell'indagine che sta seguendo, un traffico d'armi che riserverà a Salvo Montalbano una brutta sorpresa, e parallelamente un' indagine su un traffico di opere d'arte. Lo accompagnano il temperamento forte di due donne, la sua Livia e Marian la bella mora che ha stregato il commissario.
Una bella storia raccontata magistralmente, come sempre.
Una lama di luce, di Andrea Camilleri edito da Sellerio 260 pagine, 14,00 euro circa.

Elvira Guerrera.

Il vangelo di Nosferatu
di
James Bacher


James Backer è una scoperta, giungeranno presto in Italia, sempre editi dalla Newton Compton, altri thriller che spero siano avvincenti come questo. Un misto di orror e poliziesco carico di tensione e atmosfera neo-medievale, ambientato in una splendida Venezia avvolta in una nebbia gravata di mistero e orrori nascosti; moderni e ancestrali vampiri, donne seviziate e tombe profanate, le indagini di un poliziotto americano a cui hanno rapito la moglie durante la vacanza sulla laguna Italiana. Un mix perfetto e ben congegnato.
L'ispettore Chris Bronson e l'ex moglie Angela Lewis si trovano in vacanza a Venezia, durante una visita di San Michele assistono alla  macabra scena del crollo di una tomba che porta allo scoperto uno scheletro, Angela non vista trafuga un diario che era sepolto insieme al corpo e ne comincia la traduzione dal latino, ma Venezia è sconvolta da una serie di terribili omicidi e il tutto sembra andare a ricollegarsi con il manoscritto che ha trovato la ragazza, quando anche Angela scompare, James si ritrova a indagare e a combattere contro un nemico astuto e terribile.
Davvero un bel thriller da leggere, intenso e dai toni forti.
Il vangelo di Nosferatu, di James Becker, edito dalla Newton Compton, 356 pagine, euro 9,90.  

Elvira Guerrera.

Il carnefice
di
Francesca Bertuzzi



Un esordio di tutto rispetto per una nuova stella della letteratura italiana, un noir dalle tinte forti raccontato nelle province italiane.
Danny è una ragazza africana che vive in Italia, lavora nel locale gestito dall' amico Drug Machine. Dopo avere subito un'aggressione ed essersi salvata per miracolo dalla violenza brutale, Danny viene aggredita di nuovo ma stavolta dal suo antico passato, una donna ambigua e pericolosa le dice che la sua sorellina, morta molti anni prima, è ancora viva e in pericolo. Drug Machine e Danny decidono di indagare portando alla luce sconvolgenti realtà.
Un libro che merita di essere letto, una storia dai risvolti neri che condurrà il lettore in un vortice senza fine,
Il carnefice, di Francesca Bertuzzi, edito da " gli insuperabili, new compton editori, 277 pagine, 5,90 euro circa.

Elvira Guerrera.



La regina di Pomerania
Di
Andrea Camilleri



Otto avvincenti storie, otto racconti divertenti raccontati con la maestria, l’ironia e l’ arguzia di sempre, Camilleri ci ha viziati a storie sempre seducenti che ci conducono in una Vigata dal sapore antico, misterioso o sotto i rimbombi della guerra lontana, divertenti e romantici.
Una raccolta di storie divertenti, di imbranati fidanzamenti, e fidanzati, di duellanti che si sfidano sulle bollenti spiagge affollate di vocianti bagnanti, di scarpe che vedranno l’era di una guerra e di una Regina di un Paese misterioso e del suo ministro, la storia romantica, carica di amore di una donna e la divertente storia di una seduta spiritica, il violento insaziabile amore di un uomo che conclude la storia con un sapore amaro e l’ultimo, ma solo per posizione, vero baluardo e sfoggio d’amore di una donna che ha dato se stessa a tanti uomini ma ne ha amato solo uno.
Un libro divertente che sa anche suscitare tante altre emozioni, sicuramente da leggere e apprezzare.
Andrea Camilleri, La regina di Pomerania, edito da Sellerio, 301 pagine, 14,00 euro circa.

Elvira Guerrera.


Nebbia rossa
Di
Patricia Cornwell



Un bel libro scritto con l’antica verve di sempre, nonostante qualche storia dal sapore un po’ insipido, questa volta si percepisce il sottile sapore delle storie di una volta, anche se ogni tanto sembra che la storia si impantani un po’ non riuscendo a scorrere come dovrebbe, ma il succo della storia è avvincente e i colpi di scena catturano il lettore nel momento giusto.
Jack Fielding è morto ormai da sei mesi, e Kay finalmente ha la possibilità di scoprire cosa è veramente successo al suo vice, la cui morte sembra collegata a una serie di macabri omicidi avvenuti a Savannah qualche anno prima. Kay si ritrova invischiata in una storia torbida da cui dovrà venire fuori con le sue forze e cercando di proteggere chi gli sta vicino.
È sicuramente un buon libro, con colpi di scena avvincenti e ben centrati, credo però che i tempi delle storie che ci tenevano con il fiato sospeso siano ormai un ricordo, anche se forse erano un po’ più grezzi e avevano meno terminologie tecniche, erano in grado di catturare l’attenzione del lettore in ogni pagina.
Nebbia rossa, di Patricia Cornwell, edito da Mondadori, 382 pagine, 20,00 euro circa.

Elvira Guerrera.


Virals
Di
Kathy Reichs



Temperance Brennan ha una degna erede, una nipote con il gusto dell’avventura e la scienza, ne facciamo la conoscenza con questo appassionante romanzo dal gusto un po’ fantascientifico.
Tory è una ragazzina fin troppo intelligente e intraprendente, quando arriva a Morris Island fa subito amicizia con un gruppo di coetanei che hanno la sua stessa passione per la scienza e l’avventura. Ben presto si ritrovano a scavare e analizzare fossili di conchiglie fino a quando non si imbattono in ossa umane, la scoperta è troppo grande perché venga ignorata e i ragazzi cominciano a investigare scoprendo che le ossa con ogni probabilità appartengono a Katherine Heaton, una giovane naturalista che ha fatto un’importante scoperta sull’isola di Cole Island. La sua morte messa a tacere e il caso chiuso. I ragazzi scoprono anche che nel laboratorio scientifico, dove oltretutto lavora anche il padre di Tory, si fanno esperimenti segreti su un certo tipo di animale, Tory e i suoi amici portano in salvo un cucciolo ma qualcosa nel loro corpo sta cambiando, è l’inizio di una nuova era di eroi?
Un bel libro, adatto anche ai più giovani.
Virals, di Kathy Reichs, edito da Rizzoli,392 pagine, 19,00 euro circa.   

Elvira Guerrera


Figli del nilo
Di
Wilbur Smith




Il secondo romanzo ambientato sulle sponde del Nilo che ci trascina nel deserto più infuocato, sulle tracce degli orici e nelle polverose battaglie contro i nemici dell’Egitto, guidati come sempre dal saggio mago Taita.
Il faraone Tamose è morto, e l’Egitto è minacciato dall’annientamento degli Hyksos e da serpi in seno come Naja, il reggente del giovane principe Nefer. La minaccia incombe sul futuro del regno e solo un uomo può combattere il male che lo assedia, il mago Taita che da lungo tempo si è ritirato nel deserto deve far ritorno per aiutare il giovane Nefer a salire sul trono che gli spetta di diritto.
Le battaglie saranno sanguinose e cruente, tattiche di guerra e magie occulte, gli dei esigeranno i loro sacrifici e il reggente cercherà di prendere possesso del trono .
Bellissimo romanzo da leggere tutto d’un fiato, avvincente e pieno.
Figli del Nilo, di Wilbur Smith edito da Tea, 512 pagine, 9,80 circa.


Elvira Guerrera

Giudici
Di
Camilleri, De Cataldo, Lucarelli



Tre piccole storie scritte da tre grandi della letteratura italiana, tre giudici che lotteranno, loro malgrado, contro una società poco cristallina che fa troppo spesso uso del piombo, storie brevi di personaggi che si ritrovano in ambienti a loro del tutto sconosciuti e come pesci fuori dall’acqua si ritrovano a dibattersi per cercare di sopravvivere.
Un giudice dall’ animo candido che da Torino viene a ritrovarsi a Montelusa, dove vigono ben altre usanze e nonostante ingenuamente non noti certi segnali, segna svariati e decisivi goal.
Un giudice “ bambina”, tanto minuta e graziosa da sembrare appena una liceale, ma con una grinta e una forza tali da sfidare il mondo intero, fino a vedersi catapultata nell’illegalità.
Uno è un giudice con troppi ricordi e pensieri, che si ritrova a combattere contro un politichese suo ex compagno di scuola, troppi intrighi e troppi sogni.
Senza dubbio un libro che racchiude l’estro e la maestria di tre grandi scrittori, aspettiamo che si ripeta questa fortunata coincidenza.
Giudici, di Andrea Camilleri, Giancarlo De Cataldo, Carlo Lucarelli, edito da Einaudi, 147 pagine, 11,00 euro.


Elvira Guerrera.

Il diavolo certamente
Di
Andrea Camilleri



Eccoci nuovamente con una serie di racconti, ma sarebbe meglio dire aneddoti in questo caso, che ci propone il maestro Camilleri, 33 brevi storie di circa tre pagine l’una, storie di casi fortuiti, di equivoci, di amori sbagliati e di omicidi, di parroci candidi e di fanciulli fortunati, di madri coraggiose che si vendicano, di mariti che perdono tutto per amori clandestini....ma sarà poi vero che quello che sembra è sempre quello che è ? Non potrebbe essere che l’amore clandestino, il bambino fortunato, il numero di telefono sbagliato subiscano una qualche influenza soprannaturale? E chi ci dice che davvero non sia sempre così ? Quante volte capita che....e poi.....!
Se volete dare uno sguardo a qualche storia, 33 per la precisione, e scoprire dove sta l’arcano, il “ busilliss” come direbbe lo stesso Camilleri, allora non vi resta che leggere, sono come i cioccolatini una tira l’altra. Ma se per caso non siete ancora riusciti a comprare il libro, non è per colpa vostra, chi lo sa? “Il diavolo, certamente”
Andrea Camilleri, Il diavolo certamente, edito da Mondadori, serie Libellule, 169 pagine , 10,00 euro circa.

Elvira Guerrera.

Torna ai contenuti | Torna al menu