Associazione Culturale Arte e Spettacolo ONLUS
ASSOCIAZIONE CULTURALE ARTE E SPETTACOLO
Vai ai contenuti

Menu principale:

recensioni libri archivio 2011

Cultura e tempo libero > Mondo libri

22/ 11/ ‘63
di
Stephen King


Un nuovo appassionante romanzo del re del brivido, forse basata su uno degli stereotopi più usati dagli scrittori senza idee, almeno così si dice in giro, ma vi assicuro che questa storia non ha niente a che fare con uno scrittore a corto di idee, anzi, mi sembra che di idee e fantasia, tranne gli spunti storici, ce ne siano a sufficienza.
Che ne pensate se vi dicessi che potete andare nel passato, starci quanto più vi aggrada e quando e se tornate nel presente, sono passati soltanto due minuti? Il tempo è relativo, tranne che per il viaggiatore ovviamente il cui tempo continua a scorrere allo stesso modo. È quello che succede a Jake Epping, un professore di Lisbon falls. Che si ritrova nel passato per fermare l’assassinio di Kennedy, ma la vita nel passato non è la stessa del futuristico 2011, anche se molto più economica e l’effetto “ farfalla” si ripercuote nel futuro. Gli amori sbocciano e gli omicidi sono forse indispensabili, ma è pericoloso cambiare il passato e King questo lo sa, la sua penna d’oro ha giocato su questo e ne è venuta fuori una storia davvero unica.
22/ 11/ 63 di Stephen King, edito da Sperling & Kupfer,  761 pagine, 24,00 euro circa.
Elvira Guerrera


Un Natale in Giallo
Racconti di vari autori



Sono tanti autori conosciuti e forse no, storie belle e divertenti, almeno quasi tutte, gialli da risolvere e storie ingarbugliate, investigatori improvvisati e lampi di genio. Belle storie da leggere, da ridere e da commuoversi. Un bel libro da regalare non necessariamente per Natale, autori come Piazzese, Costa, Flamigni che hanno collaborato a rendere questo libro davvero unico e divertente.
Un Natale in giallo, edito da Sellerio, 318 pagine, 14,00 euro.
Elvira Guerrera.


Tre atti e due tempi
Di
Giorgio Faletti


Non è un libro grosso, anzi. Ma è una grande storia, per me che come tante altre donne non capiscono nulla di calcio, questo libro è una rivelazione, non che di calcio si racconti molto in verità ma nel sottofondo della storia si ode un clamore di goal e di pubblico. Una storia piccola ma grande nel suo contenuto.
Silvano, o Silver, come lo chiamano quasi tutti è un uomo che il calcio lo vive da dentro, lui si occupa delle attrezzature dei giovani sportivi, ma tra le file dei giocatori c’è il suo Roberto, il Grinta, come viene chiamato da tutti. Ma il Grinta ha messo un piede in fallo e tocca a Silver portarlo sulla retta via, e pensare che lo stesso sbaglio aveva commesso lui, come pugile e ora si ritrova ex pugile ed ex detenuto, per questo tirerà i fili di questa storia come nessun burattinaio sa fare.
Sono sempre stata abituata a leggere grandi storie da grandi libri, raramente ho amato grandi storie da piccoli libri. Questa è una di quelle.
Tre atti e due tempi, di Giorgio Faletti edito da Einaudi, 143 pagine, 12,00 euro

Elvira Guerrera.


La legge del deserto
Di
Wilbur Smith




Una stupenda storia tra le dune di un deserto ostile, una storia d’amore e d’orrore, un racconto magistralmente scritto e raccontato.
Una donna bellissima e potente a capo di un impero finanziario, gestisce al meglio il suo impianto petrolifero e si avvale di un plotone di uomini senza scrupoli per proteggerlo dagli attacchi terroristici. Anche se fra lei ed Hector  Cross, il capo del suo plotone di sicurezza, non scorre buon sangue, presto un tragico evento li legherà a filo doppio e per la vita.
Una storia unica, anche se non nuovo a regalarci emozioni intense come questa, Wilbur Smith sembra che questa volta abbia dato un tocco in più a questo romanzo davvero unico.
La legge del deserto di Wilbur Smith edito da Longanesi, 464 pagine, 20, 00 euro circa
Elvira Guerrera


Il dio del fiume
Di
Wilbur Smith




Il dio del fiume è il primo della serie dei romanzi egizi scritti da Wilbur Smith, magistrale e unico, così come quelli che seguiranno.
Tre destini che si intrecciano, tre vite che proseguono per la stessa via irta di pericoli e ostacoli. Una donna costretta a prendere le redini di un regno, un guerriero forte e coraggioso e a guidare i due la saggezza infinita di uno schiavo. Un amore clandestino e la morte del faraone, il tutto condito con la superstizione che molto spesso da una mano a questi giovani, le vendette e gli attacchi di nemici potenti, la fuga sul Nilo, fino al sanguinoso scontro finale.
I romanzi di Wilbur Smith, sono come certi dolci, uno tira l'altro, una volta cominciato è impossibile fermarsi. Belli, intensi, vivi. I protagonisti " prendono" il lettore, lo fanno viaggiare attraverso il deserto infuocato e sul Nilo limaccioso e pieno di pericoli. Una storia da vivere.
Il dio del fiume di Wilbur Smith, edito da TEA , 512 pagine,10,00 euro circa.
Elvira Guerrera.  


Pochi inutili nascondigli
Di
Giorgio Faletti



Non c’è bisogno di ricordarvelo, ogni tanto mi piace rileggere qualche libro un po’ datato, e ultimamente, tra i tanti sotto mano e in fase di lettura, mi è capitato questo di Faletti, che essendo composto da storie, sette, per la precisione, è veloce e appagante da leggere.
Sette belle storie, ognuna delle quali con scorci di orrore e amore, storie nate da una proficua mente, intense e vivide anche quando sfiorano quasi la casualità e forse anche l’ovvio dell’ horror, come in Physique du rol , ma aperti anche a interpretazioni, come in Graffiti, facendo così del lettore, parte integrante del racconto stesso.
Un bel libro, bei racconti strutturati con sagacia e maestria.
Pochi inutili nascondigli di Giorgio Faletti, edito da Baldini Castoldi Dalai, 373 pagine, 18,00 euro circa.
Elvira Guerrera.


La cacciatrice di ossa
Di
Kathy Reichs




Un autrice che delude molto raramente Kathy Reichs, le sue storie sono sempre piene e corpose, nuove e sempre attuali.
MCME 227-11 è il caso più complicato che sia passato dalle mani della dottoressa Temperance Brennan, un corpo trovato dentro un fusto e ricoperto di cemento, le indagini portano forse al ritrovamento del corpo di Cindi, scomparsa dodici anni prima? E cosa centrano i Patriot Posse con tutto questo? E perché l ‘ FBI cerca di mettere i bastoni tra le ruote dell’indagine? Un rompicapo tra i fumi di scarico dei bolidi della Nascar, un cadavere che aspetta la giustizia e un nome che non sia una semplice sigla.
Davvero una bella storia come solo un grande autore può far vivere e raccontare.
La cacciatrice di ossa, di Kathy  Reichs, edito da Rizzoli, 359 pagine , 21,00 euro circa.
Elvira Guerrera


La setta degli angeli
Di
Andrea Camilleri


Un racconto di fantasia basato su una storia vera, questa volta il maestro Camilleri ci propone un balzo indietro nel tempo e per la precisione nel 1901, ma questa volta ci racconta di una storia vera dentro una fantasia magistralmente raccontata.
Otto chiese, di cui una solo per i contadini, per non legarsi agli abbienti che frequentano le altre sette, un circolo a cui solo pochi accedono, litigiosi, pronti al coltello, sempre predisposti a risentimenti e offese da lavare col sangue. Un avvocato che difende i poveri e una pestilenza mandata dal Maligno. Questa in sintesi l’ambientazione di tutta la storia, dove malumori e silenzi imposti fanno da cornice.
Matteo Teresi è l’avvocato dei poveri ma è anche giornalista, i suoi articoli che personalmente stampa danno fastidio a molta gente e sopratutto a sette degli otto preti che vivono nel piccolo paese, si discute di verginità prese senza importanza e di scarso valore della famiglia.
Al subbuglio scatenato dall’articolo si unisce la paura di una epidemia da colera, mandata dal Maligno, si fugge, si scappa dal paese in un esodo di massa, tra paura e ignoranza. Ma l’epidemia, se di epidemia si tratta, è di ben altra natura: cinque giovani donne sono tutte incinte di due mesi, una cosa sconcertante considerato che le ragazze non sono sposate e stanno in casa dei genitori guardate a vista, solo casa e chiesa. Che sia stato il Maligno in combutta con l’avvocato a operare per screditare l’onore di giovani donne? Oppure c’è qualcos’altro che aleggia sul piccolo paesello?
L’avvocato Matteo Teresi è un personaggio realmente esistito, e la storia è il racconto di una vicenda realmente accaduta nel paesino di Alia, dove un gruppo di preti aveva fondato una setta che mobilitava giovinette e sposine a pratiche sessuali per acquisire indulgenze Divine e accedere al Paradiso. Tutto questo è raccontato e spiegato dall’ ex sindaco di Alia, Gaetano D’Andrea, lo scritto di Matteo Teresi viene confermato dal prete Rosolino Martino.
I suoi scritti sono stati pubblicati nel 1925 dalla casa editrice palermitana D’antoni col titolo Con la patria nel cuore e ripubblicati in anastatica a cura del comune di Alia nel 2001, con la prefazione del sindaco Gaetano D’ Andrea.
Camilleri ha soltanto fatto fede al nome del protagonista e del suo giornale e al brano di un articolo di Don Luigi Sturzo, il resto come sempre è opera di  fantasia e di una penna dorata.
Un bel libro, come sempre, scritto con sagacia e ricco di particolari che fanno vivere le storie, assolutamente da leggere.
La setta degli angeli, di Andrea Camilleri, edito da Sellerio, 233 pagine, 14,.00 euro circa.
Elvira Guerrera.


Mucchio d’ossa
Di
Stephen King


Un libro bellissimo che racconta una storia d’amore intensa e forte che non si arresta nemmeno di fronte alla morte. Un fenomenale racconto del re del brivido che suscita emozioni contrastanti e intense.
Mike ha perso sua moglie, un dolore e forte e lacerante che lo colpisce all’improvviso. Perché Jo era giovane, perché Jo era la sua vita e perché Jo aspettava un bambino. Un bambino di cui Mike non era a conoscenza. Il tempo passa e la vena di scrittore di Mike si è spenta da tempo, decide di tornare alla casa sul lago dove lui e la sua Jo hanno passato giorni felici. Ma laggiù qualcosa sembra non arrendersi a un amore finito, la presenza di Jo si avverte forte e in ogni cosa, poi un avvenimento apparentemente normale porta Mike a conoscere Mattie e la sua piccola Kira e da quel momento, insieme a Jo, qualcosa d’altro fa compagnia a Mike.
Un racconto magistrale degno del re del brivido, un libro che consiglio vivamente a chi ama il brivido e la tenerezza.
Mucchio d’ossa, di Stephen King, edito da Sperling ,in versione paperback 608 pagine, 9,55 euro.

Elvira Guerrera.   


L’allieva
Di
Alessia Gazzola



Una nuova scrittrice siciliana che sa il fatto suo, una nuova Patricia Cornwell? Forse. Ma forse ha ancora un po’ di esperienza da fare sul tavolo di patologia, quel che è certo è che non le manca la fantasia e la sensibilità necessarie per scrivere.
Alice Allevi è una giovane specializzanda di patologia, è distratta, troppo distratta, al limite di perdersi anche i cadaveri, ha dei superiori che non la considerano adatta a un tipo di lavoro che richiede attenzione e delle colleghe che poco la stimano e che cercano di scavalcarla in tutti i modi possibili, ma Alice ha una capacità che forse nessuno dei suoi colleghi ha: sa vedere e ascoltare, sa cogliere i particolari e sa come metterli a frutto. Quando poi le arriva davanti il corpo di una giovane donna che lei per caso ha conosciuto, la sua sensibile acutezza si mette in moto trascinandola in un vortice di situazioni pesanti e complicate.
Spero di trovare presto in libreria un altro romanzo della Gazzola, e che il tempo, come per altri scrittori, le conceda di maturare come il vino buono.
L’allieva di Alessia Gazzola, edito da Longanesi, 369 pagine, 18,60 euro circa.
Elvira Guerrera.


La morte negli occhi
Di
Terri Persons



Una nuova scoperta per me e un nuovo autore che si va ad aggiungere alla mia collezione, una scrittrice che sa dare il giusto equilibrio al poliziesco di quartiere con il mistero nel senso letterale del paranormale.
Una giovane agente dell’FBI indaga su un serial killer che mutila le sue vittime e le lascia morire dissanguate, nella confusione della mente che è solita crearsi nel venire a capo di indagini così complicate, si associano un misterioso vicino di casa e il suo simpatico cagnolino e un monaco che mette i brividi. Nonostante la sua fama la preceda ovunque vada, questa volta Bernadette Saint Clare, trova un alleato nel suo nuovo capo che sembra assecondare le capacità della sua nuova allieva.
Davvero un bel libro che sa legare bene il thriller e il paranormale.
Terri Parsons, la morte negli occhi, di Sperling e Kupfer editori, 407 pagine, 18,00 euro circa.


Elvira Guerrera

False accuse
Di
David Baldacci


Ecco un nuovo thriller di Baldacci, ne sentivamo la mancanza e questa volta ci propone un’indagine a tinte forti tutta al femminile.
Mason, “Mace” Perry è finalmente uscita dalla prigione, dopo avere scontato due anni di pena per avere commesso delle rapine. La sua vita è andata a rotoli come la sua carriera di poliziotto, sostenuta da sempre dalla sorella che oltretutto è il capo della polizia, e da una ferrea determinazione a riabilitare il suo nome e a tornare sulle strade con un distintivo, Mace si dedica anima e corpo a un caso che le è capitato tra le mani, per reintegrare il suo nome e per scoprire chi l’ ha incastrata facendole perdere due anni della sua vita. Ma la verità spesso è più complicata di quello che appaia e per Mace forse più  contorta e pericolosa.
Sarebbe bello ritrovare questa forte personalità in qualche altro thriller di Baldacci, davvero un bel personaggio che merita di essere conosciuto e apprezzato.
False accuse, di David Baldacci edito da Mondadori, 486 pagine, 19,90 euro circa.
Elvira Guerrera.


Autopsia virtuale
Di
Patricia Corwell


Una nuova sconvolgente indagine per Kay Scarpetta, e questa volta sembra che la Cornwell ci abbia davvero riportato ai vecchi tempi, quando le indagini tenevano col fiato sospeso e la mano era quella di una grande scrittrice che ci faceva fremere di impazienza e suspense.
Un cadavere dentro la cella frigorifera comincia a sanguinare ed è il caos, il sospetto è quello di avere creduto morto un uomo e di averlo messo nella cella. Kay è richiamata d’urgenza dalla base Aeronautica Militare di Dover, d’altronde lei è il capo e sue le responsabilità. Quello che la dottoressa Scarpetta trova al suo ritorno è il caos totale, il suo assistente, Jack Fielding, è scomparso, sembra che abbia usato il suo ufficio e la sua postazione in sala autopsie lasciando una confusione che non è nel suo stile.
Nel frattempo cominciano a scoprirsi particolari agghiaccianti sulla morte forse ipotetica dell’uomo della cella frigorifera. Nanorobotica e celate verità lanciano Kay nella paranoia e nel terrore che Lucy, Marino e persino Benton possano mentirle e tenerla all’oscuro di importanti situazioni.
Un libro che aspettavo da tempo, dove la Cornwell sembra essere  tornata quella di un tempo, bello su tutti i fronti.
Autopsia Virtuale di Patricia Cornwell, edito da Mondadori, 369 pagine, 20,00 euro.
Elvira Guerrera.


Le cattive ragazze non muoiono mai
Di
Katie Alender


Sulla copertina del libro c’è una didascalia che ci assicura che nella storia che stiamo per leggere, troveremo la giusta dose di violenza , suspense e dramma. Francamente nella storia ho trovato solo un poco di dramma a livello adolescenziale alle prese con qualche fenomeno paranormale.
Alexis è una ragazza molto schiva, ha selezionato ben poche amiche nella sua vita e oltre a crescere in una famiglia dove il padre e la madre sono assenti, la ragazza si trova a vivere con una sorellina un po’ lunatica, quando la piccola comincia a diventare violenta, Alexis sente che qualcosa di malvagio sta possedendo la sua casa.
È sicuramente un buon libro per i ragazzi che cominciano ad affacciarsi al mondo della lettura e amano il paranormale o quantomeno il mistero nella letteratura. È un libro molto scorrevole che conquisterà sicuramente molti giovani non è un libro impegnativo a meno che non si desideri fare una lettura leggera e entrare per un po’ nel mondo degli adolescenti, per il resto poco thriller, niente in verità, e nessun brivido, come promesso.
Le ragazze cattive non muoiono mai, di Katie Alender, edito da Newton Compton , 281 pagine, 12,90 euro  

Elvira Guerrera

Dolores Claiborne
Di
Stephen King



Ormai lo sapete, oltre alle novità mi piace anche leggere o rileggere vecchi libri, forse sono un pò datati ma come nel caso di questo classico di King, credo che certi libri meritano di essere conosciuti o ricordati.
Dolores Claiborne è una donna forte, vive la sua vita alla giornata lavorando per sostenere i figli e un marito beone e violento. Fino a quando l’uomo non passa il limite e dedica attenzioni particolari alla figlia, allora Dolores diventa una dea vendicatrice.
Accusata dell’omicidio della sua datrice di lavoro, Dolores racconta la sua triste vita in un crescendo di emozioni.
Questo bel romanzo è classico del “re” del brivido, è un turbine di colpi di scena un’ emozione continua e diversa a ogni cambio di pagina.
Dolores Claiborne, di Stephen King, edito da Sperling e Kupfer. 251 pagine.

Elvira Guerrera.  


Naked Heat
Di
Richard Castle



Non è la prima volta che mi capita di leggere storie tratte da telefilm famosi dati in tv, e devo dire che fino a questo momento non sono rimasta delusa.
Nikki Heat è un detective della squadra omicidi di New York, dopo avere risolto un caso particolarmente scottante si ritrova al centro delle attenzioni di una rivista di gossip. Le attenzioni si moltiplicano quando una famosa giornalista viene trovata uccisa, e Nikki si ritrova a collaborare con un premio Pulitzer come Jameson Rook. I due avevano avuto in passato una relazione alquanto disastrosa ma sembra che l’omicidio di Cassidy  Towne faccia da legante ai cocci della loro relazione, e mano a mano che gli omicidi si moltiplicano e la verità viene fuori in un crescendo di violenza, Nikki e Jameson  scoprono che la loro collaborazione si rivela valida ed efficace.
Un libro sicuramente pieno di colpi di scena, non lascia certo il lettore deluso.
Naked Heat, di Richard Castle, edito da Fazi 381 pagine, 15,00 euro circa.

Elvira Guerrera.



L’accademia di vicolo Baciadonne
Di
Domenico Cacopardo



È una storia un po’ lenta ma nel contempo non si sprecano i colpi di scena inseriti nei punti strategici del racconto, Cacopardo è un autore che merita di essere conosciuto e riscoperto.
Una coppia di coniugi viene trovata assassinata, lui freddato con un colpo alla testa, lei orrendamente mutilata, le indagini affidate al Procuratore della Repubblica Agrò e alla valente vena deduttiva di una giovane poliziotta, capace e intraprendente. Mano a mano che le indagini si fanno più intense, i sospetti si fanno sempre più numerosi e una doppia vita della coppia viene alla luce rivelando turpi vizi e segreti .
Senza dubbio un bel libro, anche se le indagini sono svolte nella maggior parte in ambito di ufficio e comunque senza troppi aspetti sanguinolenti, una storia intensa scritta con maestria, forse non troppo scorrevole ma certamente un racconto che merita di essere letto.
L’accademia di vicolo Baciadonne di Domenico Cacopardo, edito da Baldini Castoldi Dalai, 342 pagine, 17,50 euro circa.

Elvira Guerrera



Moonlight Mile
Di
Dennis Lehane


Patrick Kenzie è un detective privato, la sua specialità è ritrovare persone scomparse e riconsegnarle a chi le cerca, ma non sempre è un lavoro semplice e certe volte capita che chi viene ritrovato non voglia ritornare alla sua vita precedente, anche se si tratta di una ragazza di diciassette anni.
Dodici anni prima degli eventi che si svolgeranno in seguito, Patrick ha ritrovato e riportato a casa una bambina di cinque anni, chi si è interessata alla ricerca della bimba è stata la zia, la sorella di sua madre. Ma non sempre tutto sembra quello che appare, la madre è un’alcolizzata che non si occupa della bambina e chi le ha portato via Amanda non lo ha fatto per il suo male ma per il suo bene. Adesso Amanda è sparita di nuovo e Patrick, che si sente in colpa per averla riportata dalla madre la prima volta, vorrebbe che le cose andassero in modo diverso questa volta. Ma la ragazza, di una profonda intelligenza, è invischiata in qualcosa di molto grosso e il detective si troverà presto in un turbine pericoloso, costellato di efferati omicidi.
Un bellissimo libro, intenso e dalle tinte forti, pieno di intensa suspense, scorrevole e ben strutturato.
Moonlight Mile, di Dannis Lehane, edito da Piemme nella linea rossa 331 pagine, 17,00 euro circa.

Elvira Guerrera.



C.S.I. Alaska
Di
Dana Stabenow


Questo è il primo romanzo che leggo di Dana Stabenow, credo che ripeterò l’esperienza anche se il titolo rende poco l’idea del libro. Poco C.S.I. e tanta Alaska, infatti nel romanzo ci sono si indagini ma manca quello che potrebbe dare un poco di colore in più al libro.
Kate è un’Aleuta, una donna e un detective in permesso speciale dopo un brutto incidente durante un’indagine. Un giorno alla sua porta si presenta Jack, suo ex capo e ex amante, come dal nulla, nel silenzio della neve e nel fischiare del vento un’indagine colpisce nuovamente Kate. Un ranger è scomparso e un agente incaricato delle indagini non si trova più, toccherà a Kate ritrovare i due uomini, lottando contro tradizioni e leggi, contro gli usi della sua famiglia e la capostipite che ha un forte ascendente sul suo popolo.
Tante parole e indagini leggere basate su investigazioni senza troppa forza, non ci sono ritrovamenti di corpi e indagini di antropologi o patologi, solo un detective dal brutto carattere e un compagno a quattro zampe, chi si aspetta autopsie e macabri ritrovamenti, rimarrà decisamente deluso. D’altro canto sono ben raccontate le vastità innevate di un così grande territorio e l’indagine che comunque intriga e cattura.
C.S.I. Alaska di Dana Stabenow edito da Newton Compton editori,253 pagine, in formato tascabile si può trovare a circa 6,90 euro.
Elvira Guerrera.



Gran Circo Taddei
Di
Andrea Camilleri


Rieccoci, Camilleri lo ha rifatto! Una bella raccolta di storie che ci portano in una Vigata assiedata dal regime fascista, e nel sottofondo un caleidoscopio di storie divertenti e intrigate, complotti e amore represso, otto storie, con personaggi maliziosi, furbi o innamorati, ingegnosi fino allo stremo eppure sempre vivi fino a sembrare reali, perché l’ingegnosità e la maestria del grande Camilleri si vede anche in questo, il farci vivere i personaggi come se fossero reali. E in questi racconti un personaggio particolare e fuori dal comune fa capolino tra le pagine, un leone, vecchio e impigrito, spelacchiato, infiacchito, ma sempre un fiero animale che saprà fare la parte del.....leone.
E a fare da cornice delle comari ingegnose e un amore nato quasi per caso per una truffa ben orchestrata, un merlo chiacchierone e una missione speciale, troppo speciale, un amore mai fiorito e un tesoro scoperto e predetto e una visione che porta a impensate conseguenze. Un libro fatto di storie che si legge d’un fiato, bello e scorrevole con la sola pecca di finire troppo presto.
Gran Circo Taddei, di Andrea Camilleri, edito da Sellerio, 325 pagine, 14,00 euro.
Elvira Guerrera.



Il segreto delle ossa
Di
Robin Cook



Ecco un nuovo e appassionante romanzo di Robin Cook, il re del medical thriller, stavolta un concentrato di medicina e misticismo, religione e ascetici.
Jack Stapleton questa volta si trova a lottare contro qualcosa su cui non ha nessun potere, la malattia del figlioletto infatti è qualcosa contro cui Jack non può combattere. Si accanisce contro chiunque e il suo carattere è rissoso e aggressivo, si sente in colpa perché è sua moglie Laurie a occuparsi del piccolo mentre lui cerca sempre la fuga dalla penosa realtà, fino alla svolta che sconvolgerà le loro esistenze, infatti in seguito a un fortunato ritrovamento un suo ex compagno fa una scoperta sensazionale e trafuga dal Vaticano quelle che sembrano essere le ossa della Beata Vergine Maria .
Per Jack sarà un interessante viaggio nel passato e nella religione Cristiana, uno straordinario arbitro tra il suo amico archeologo e il suo amico Arcivescovo, una lotta tra religione e scienza, fino al finale inaspettato.
Un bel romanzo che lega scienza e religione in un connubio ben orchestrato, colpi di scena al punto giusto e una scorrevolezza pregevole.
Il segreto delle ossa, di Robin Cook, edito da Sperling e Kupfer, 400 pagine, 19,90 euro circa.
Elvira Guerrera.



Luna nera
Di
Laurell  K. Hamilton


Per chi ama il genere di storie con licantropi e vampiri, nonché cacciatrici dei medesimi, la luna nera è il libro più appropriato.
Quando l’ ho acquistato pensavo di parlarne nel prossimo nell’articolo mensile che questa volta volevo dedicare ai ragazzi, ma io non recensisco mai un libro senza prima leggerlo, è corretto nei confronti di chi legge le mie recensioni e i miei articoli, e ho deciso che non è un libro adatto ai ragazzi, troppe volgarità nel  linguaggio, sottintesi lascivi e sesso esplicito. Certo è normale leggere di pallottole d’argento e di un’investigatrice del soprannaturale dura e aggressiva, divertente nell’insieme e con una bella trama, ma attenzione non è un libro per i ragazzi.
Anita Black è una resuscitante, il suo potere le permette di mettersi in contatto con i morti per risolvere crimini. Stavolta però Anita dovrà vedersela con la scomparsa di licantropi, rapiti forse da streghe per i loro rituali, oltre al lavoro non certo facile, dovrà vedersela con le attenzioni del Master di Città, il vampiro capo, e con Richard, un lupo mannaro Alfa innamorato di lei, oltre a ciò vampire gelose e potenzialmente pericolose.
Un salto nel soprannaturale, con ancestrali poteri di esseri sovraumani, trasformazioni magistralmente raccontate e sentimenti puri, una storia nel complesso ben raccontata con colpi di scena ben inseriti. Ma nel racconto le volgarità del linguaggio sono un po’ troppe e troppo esplicite sono le allusioni al sesso. Una bella storia con una trama ben correlata, per chi ama il genere, e certamente un salto in un mondo etereo che ha sempre stimolato la nostra fantasia o forse i nostri timori più nascosti.
La luna nera, di Laurell K. Hamilton, edito da Tea, 394 pagine, 8,90 euro circa.


Elvira Guerrera.


La moneta di Akagras
Di
Andrea Camilleri


Un piccolo libro per un grande racconto che lega tre eventi con un solo filo, una piccola moneta  dal grande valore economico. É il 406 a C,  Kalebas è sfuggito ai Cartaginesi e quando sembra che la sua vita sia in salvo, il destino attraverso i denti avvelenati di una vipera, mette fine alla sua giovane esistenza, ma nell’ora prossima alla morte, quando ormai il delirio per il veleno in circolo è giunto al culmine, il ragazzo di Akagras lancia le monete che porta con se in un dirupo e muore.
1909, un contadino rinviene in una zolla di terra, una piccola moneta d’oro, decide di farne dono al medico del paese, tale Stefano Gibilare, che tanti anni or sono gli salvò la gamba da certa amputazione. Il dottore e numismatico riconosce immediatamente la moneta e per la foga cade da cavallo rompendosi una caviglia. La moneta però sembra sia dotata di vita propria e nelle storie che si intrecceranno nel racconto, cercherà di sfuggire nuovamente sotto terra per restarvi altri mille anni.
Una bella storia che conserva un fondo di verità, con il contorno feroce e tragico che ha visto morire tanti innocenti nel terribile terremoto di Messina, e un lieto fine da favola da mille e una notte.

La moneta di Akagras, di Andrea Camilleri, edito da Skira 112 pagine circa 15,00 euro.

Elvira Guerrera.


la moneta di Agragas


L’esecutore
Di
Lars Kepler


Sulle note di un violino melodioso si incentra la storia che Lars Kepler ci propone. Un intrico di vicende che ci colpiscono come un vortice impazzito, tra melodie ispirate e un traffico d’armi internazionale, si svolge la tragica fuga di una donna e del suo uomo, un killer senza scrupoli, senza anima, spietato e crudele. Una fotografia compromettente e un commissario determinato, un vortice di inseguimenti e un colpo di scena unico.
Una donna e il suo uomo si preparano a una romantica gita sulla barca, la sorella di lei, Viola, si aggrega all’ultimo istante. Viola viene trovata morta sulla barca e di Penelope e del suo ragazzo non se ne sa più nulla.
Un uomo viene trovato impiccato nel suo lussuoso appartamento, sembra danzare alla dolce melodia delle note di un violino che si sente in sottofondo, chi prenderà il suo posto avrà la responsabilità di un carico d’armi illegale da spedire in paesi in conflitto.
Un bellissimo romanzo che è un unico colpo di scena, veloce, rapido, intenso da vivere, impossibile da lasciare.
L’esecutore, di Lars Kepler, edito da Longanesi, 573 pagine, 18,60 euro.


Elvira Guerrera

L'esecutore


La figlia sbagliata
Di
Jeffery Deaver



Un bel romanzo che ci fa riflettere su quelli che potrebbero essere i problemi e i risentimenti degli adolescenti, un libro forte e intenso che ci porta in un universo parallelo con un turbine di orrore e patemi, sofferenze del cuore e la crudeltà vera.
Megan Collier è una ragazza che non vive la sua adolescenza, è arrabbiata con i genitori perché la ignorano e la giudicano abbastanza grande per fare le sue scelte. Separati e liberi di frequentare chi vogliono, non si accorgono della sofferenza che la ragazza prova, tra le giovani che frequenta il padre e i vari fidanzati della madre, Megan si ritrova ad affrontare la vita da sola. Quando si presenta all’ennesima seduta dallo psichiatra, si ritrova davanti il sostituto del suo solito terapista, il dottor Matthews ha un metodo tutto speciale per curare la sua paziente: la droga e la rapisce, nascondendola agli occhi del mondo in un manicomio in disuso.
Saranno i suoi genitori che, liberatosi da pregiudizi, discriminazioni e indifferenza, riusciranno a capire cosa è successo.
Un bel romanzo scritto con il cuore, intenso e pieno di fascino, davvero una buona lettura che dà da pensare.
La figlia sbagliata, di Jeffery Deaver, edito da Rizzoli, 358 pagine 18,50 euro circa.

Elvira Guerrera.



Un sacchetto di biglie
Di
Joseph Joffo



Ho voluto riproporre un bel libro, antico forse, ma un capolavoro che ripercorre una strada già battuta in precedenza. In contemporanea  con un bel film trasmesso in televisione, propongo Un sacchetto di biglie, per RICORDARE.
Maurice e Joseph sono due fratellini di dodici e dieci anni, vivono a Parigi con papà e i fratelli più grandi e la mamma. Sono parrucchieri. Sono ebrei.
L’infanzia delle biglie tirate sulle strade finisce con l’arrivo delle milizie tedesche, le SS invadono le strade e le stelle gialle, le stelle degli ebrei, cominciano presto a notarsi.
I bambini spinti dal papà fuggono come prima di loro i fratelli più grandi, il viaggio un inferno. La fame, il disagio, il freddo che penetra nelle ossa e la paura che attanaglia il cuore. Ma la forza di volontà fanno si che i bambini si attacchino alla loro voglia di farcela e lottano con tutte le loro forze per arrivare a destinazione. Qualche giorno di pace nella Francia libera e poi il nemico avanza ancora. Si riprende il viaggio, estenuante e feroce. Gli anni passano, i ragazzi lavorano per poter mangiare e sopravvivere, l’ empietà contro gli ebrei si fa più forte e crudele.
Poi lo sbarco degli alleati, la speranza e la voglia di vivere si fa più forte, il nemico indietreggia.
Fino al finale forse un po’ scontato ma tanto sperato.
Il sacchetto di biglie rappresenta l’infanzia di tanti bambini che si è persa per sempre, nei campi di concentramento, nella fame e nella guerra che li ha lasciati orfani, soli, figli troppo piccoli cresciuti troppo in fretta. E come le biglie che si sono perse sulle strade giocando, così l’infanzia si è perduta, sulle strade della miseria, della morte e dell’intolleranza più crudele.
Lo consiglierei come testo scolastico, per far comprendere e forse anche apprezzare ed amare quello che si conquista con sacrificio e sudore, la libertà di essere individuo libero, se non il bene materiale che si possiede forse un po’ troppo facilmente.
Un sacchetto di biglie, di Joseph Joffo, edito da BUR Rizzoli, 7,50 euro circa.

Elvira Guerrera



Cause naturali
Di
Michael Palmer



Un bel libro che intriga e trasporta nel mondo del medical thriller, dopo Robin Cook, Palmer sembra avere reinventato il thriller per eccellenza nell’ambito medico.
Una dottoressa del Medical Center di Boston, crede nella medicina alternativa e nelle tecniche di guarigione orientale. Alla classica cura delle medicine propone alle sue pazienti gravide, l’assunzione di erbe indiane a sostituzione delle normali vitamine prenatali.
Ma tre delle donne, al momento del travaglio, cominciano ad avere gravi forme di emorragie e si spengono a una velocità sorprendente. Solo una di loro, la giovane Lisa, figlia di un potente uomo d’affari, sembra cavarsela dalla terribile esperienza ma un prezzo molto caro, il suo bambino muore e lei si ritrova con un braccio amputato.
Tutto sembra collimare sulla dottoressa Balwin e sulle sue erbe indiane e solo poche persone credono nella sua innocenza, oltre a un eccellente avvocato.
Intrigante, ricco di colpi di scena fino alla fine quando sembra che tutto si sia risolto, un nuovo colpo di coda ci fa trattenere di nuovo il respiro.
Cause naturali di Michael Palmer, edito da Sperling, in paperback 411 pagine, 7,80 euro circa.

Elvira Guerrera.    



L’ispettore Coliandro
Di
Carlo Lucarelli



Ho comprato questo libro più per l’autore che per il personaggio, stimo molto come autore Carlo Lucarelli e mi sono lasciata entusiasmare dal personaggio di Coliandro anche perché mi è capitato di vedere qualche episodio in televisione.
Sono rimasta un po’ delusa, le prime due storie, Nikita e Falange armata, sono simili, per non dire uguali, figurarsi che a pagina 22 e a pagina 121 ci sono gli stessi personaggi che fanno la stessa cosa descritti con le stesse parole e inseriti nello stesso contesto, un taglia e incolla per essere più espliciti. E parolacce, tante e gratuite che forse servono a descrivere il carattere un po’ troppo spartano del  personaggio, Coliandro è volgare e ignorante, pasticcione e molto impulsivo, anche se quest’ultimo aspetto gli da forse un po’ di carattere. Le storie sono belle e l’ispettore potrebbe essere un personaggio molto indicativo e fondamentale se non fosse così sbruffone e ignorante, sessista, maschilista e idiota, forse parlo per presa di parte e il così detto sesso forte forse non sarà d’accordo con me, ma Coliandro è davvero un personaggio tosto, sotto questo punto di vista. Ma a onor del vero l’ispettore ha anche qualche lato positivo, non ve lo aspettavate vero? Ebbene si, Coliandro è quello che mi sono sempre aspettata di “ leggere” in molti libri dagli eroi troppo machi e indistruttibili, poco umani e dall’intuito troppo sottile, forse se fosse stato un po’ meno....e un po’ più.....ma forse chissà? Forse non sarebbe stato l’ispettore Coliandro sovrintendente della Questura di Bologna, sessista, maschilista, impulsivo, testardo e ignorante come una cucuzza, e mi chiedo se mi sarebbe piaciuto lo stesso come paladino degli oppressi e stimatore dell’intelletto del gentil sesso, con un fisico da culturista e l’intuito di un segugio, forse sarebbe stato un macho, ma finto e per niente umano, tutto sommato mi va bene così, un ignorante dall’intuito sbiadito, che sbava dietro le donne e dal vocabolario limitato, ma autentico e umano.
L’ispettore Coliandro, edito da Einaudi, 334 pagine, 14,00 euro.


Elvira Guerrera.


Sotto controllo
Di
Robin Cook


Ormai lo sapete, ogni tanto mi piace leggere e recensire dei libri un po’ datati, ma penso che per conoscere bene un autore bisogna leggere anche le sue prime opere e, Sotto controllo, è uno di questi. Robin Cook è un autore dalle mille sfaccettature, questa volta ci fa vivere un’avventura al limite della fantascienza ma sempre leggendo sull’orlo della suspense più intensa.
Adam e Jennifer sono una coppia di giovani sposi, la situazione economica non è delle migliori e i genitori dei ragazzi creano contrasti.
Adam è uno studente in medicina e sua moglie una ballerina, vivono con lo stipendio se pur magro di Jennifer ma tutto promette che prima o poi la situazione migliorerà, ma la giovane rimane incinta e l’arrivo del bimbo, anche se crea un po’ di scompiglio all’inizio, viene comunque accettata fino a che il medico di Jennifer non la convince a sottoporsi ad amniocentesi, dalla quale risulta che il feto è gravemente malformato. Decisa ad abortire, la ragazza si mette d’accordo con il suo medico per l’intervento, ma Adam non ci vede chiaro in tutta la storia, il suo collega dottore infatti sembra molto cambiato e Adam sospetta qualche cosa di più di un semplice rivedere di idee.
Una storia appassionata ricca di colore e suspense,  inseguimenti rocamboleschi e contesti dagli aspetti fantascientifici.
Un bel libro, veloce e intenso da leggere, una storia mozzafiato che ci farà vivere emozioni forti.
Sotto controllo di Robin Cook, edito da Sperling e Kupfer, versione economica 8,50 euro per 326 pagine.


Elvira Guerrera.     

Incubi
Di
Dean Koontz




Un racconto tra il fantastico e il medical thriller, bello da leggere per chi ama il genere e per chi vuole leggere un bestseller sul filo della tensione.
Melanie è stata rapita da suo padre e quando, dopo sei anni, viene ritrovata, la madre è impaurita da quello che le è potuto succedere. La bambina è assente, e come se non bastasse si verificano strani eventi e degli efferati omicidi. Solo una persona capirà cosa sta realmente accadendo ma riuscirà a salvare la bambina da se stessa ?
Un bel libro, una bella storia ben raccontata e strutturata.
Incubi, di Dean Koontz, edito da Sperling & Kupfer, 386 pagine, 9,50 euro circa.

Elvira Guerrera.


Lo squalo
Di
Peter Benchley


Mi è capitato sotto mano un vecchio libro con una storia di cui sono stati tratti decine di film, una storia ben raccontata ma un po’ sfruttata, ma essendo questo il primo racconto, ne esistono altri?, è sempre bello da rileggere ogni tanto.
Un feroce squalo bianco semina il terrore ad Amity, una piccola cittadina turistica che vede il pericolo in agguato non solo nell’enorme mostro, ma anche nelle possibili mancate entrate dei turisti, ecco perché la presenza della bestia viene tenuta nascosta il più possibile. Ma le vittime aumentano e si scatena la caccia, per salvare possibili vittime e la stagione turistica.
Un bel racconto, seppur datato, da leggere.
Edito da Mondadori, 291 pagine, 6,00 euro circa.

Elvira Guerrera.



Torna ai contenuti | Torna al menu