Associazione Culturale Arte e Spettacolo ONLUS
ASSOCIAZIONE CULTURALE ARTE E SPETTACOLO
Vai ai contenuti

Menu principale:

recensioni libri archivio 2010

Cultura e tempo libero > Mondo libri

La psichiatra
Di
Wulf Dorn


Un bel romanzo, avvincente e coinvolgente, i colpi di scena sono presenti sin dalla prima pagina, schermati dal naturale scorrere della storia in se stessa.
Ellen Roth è una dottoressa di un famoso ospedale psichiatrico, vive le sue giornate con la sofferenza e la tristezza dell’ umanità che si è persa. Un lavoro duro e terribile con cui fare i conti ogni giorno. Un giorno arriva in reparto una donna visibilmente maltrattata, apatica e terrorizzata, Ellen cerca di parlarle di comunicare con lei, ma il terrore è talmente forte da prevaricare il raziocinio e la possibilità di esprimersi. L’unica forma di  contatto è una filastrocca sull’uomo nero con una voce infantile e spaventata.
La donna scompare nel nulla e la dottoressa Roth comincia a indagare sull’accaduto, ma qualcuno non è d’accordo e a Ellen non resta altro da fare che scappare dall’uomo nero.
Un libro capace di proiettare il lettore in un mondo di angoscia e mistero, bello da leggere, gli eventi si susseguono rapidi e feroci carichi di una tensione forte.
La psichiatra, di Wulf Dorn edito da Corbaccio, 398 pagine, 18,60 euro.


Elvira Guerrera  

Tagli
Di
Karin Slaughter



Un thriller fuori dal comune quello che ci propone la Slaughter, gli orrori vissuti da adolescenti e bambini, vittime innocenti dei mostri più terribili: gli adulti.
Una giornata di puro relax si trasforma per la dottoressa Sara Linton, in un giorno agghiacciante, quando una sua giovane paziente minaccia di uccidere un suo amico nel parcheggio della pista di pattinaggio. Jenny ha lasciato dietro di se una scia di sangue, il sangue innocente di una bambina appena nata, smembrata e forzata dentro il water.
Jenny viene uccisa da  Jeffrey, l’ex marito di Sara e capo della polizia, dietro la morte della giovane, un terribile segreto che si estende a macchia d’ olio tra i ragazzi che in qualche modo sono coinvolti nella storia.
Un thriller terribile che gela l’animo, ma bello da leggere, intenso e profondo.
Tagli, di Karin Slaughter, edito da Piemme  367 pagine, 18,90 euro.
<

Elvira Guerrera.

Tagli

Appunti di un venditore di donne
Di
Giorgio Faletti


Finalmente un nuovo romanzo di Giorgio Faletti, era da un po’ che se ne sentiva la mancanza e come tutti gli altri già pubblicati, non mancherà certo di tenerci sulla corda in preda a una smania irresistibile di saperne di più.
Bravo è un venditore di donne. Le ragazze che lui contatta sono donne che si vendono per denaro, molto denaro, e Bravo, da uomo d’affari ha clienti sparsi in tutta Milano e non solo.
Vittima di un’aggressione per avere amato una ragazza che non doveva nemmeno guardare, si ritrova con una grave menomazione fisica che gli impedisce di potere amare fisicamente una donna, e allora ne gode con la vista e i ricordi, non mancando, però, di sfruttarle e dimenticarsene subito.
In questo giro di prostituzione d’alto borgo, un pomeriggio, in una villa che ospita degli uomini d’affari molto importanti, fanno irruzione dei terroristi che uccidono tutti coloro che vi si trovano dentro, comprese le ragazze che aveva “ fornito “ Bravo. Una sola discrepanza: al posto di una delle vittime, Laura, doveva trovarsi Carla, una ragazza che aveva conosciuto e adescato perché lavorasse per lui. Sconvolto per la morte di Laura e stupito dell’ assenza di Carla fra le vittime, comincia a cercare un nesso tra le due cose che lo porteranno a impelagarsi in una situazione pericolosa e incredibile.
Questo è uno di quei romanzi che si leggono tutto d’un fiato, intrigante e sconvolgente al punto giusto.

Appunti di un venditore di donne, di Giorgio Faletti, edito da B.C.Dalai, 393 pagine, 20,00 euro.
Elvira Guerrera.




Il sorriso di Angelica
Di
Andrea Camilleri


Vi è mai capitato di leggere un libro del vostro autore preferito e pensare che non lo abbia scritto lui? Ebbene è quello che mi è capitato leggendo questa nuovo  libro di Camilleri. Alla storia manca un non so che di colore, un certo spessore che si percepisce in tutti gli altri racconti. Quando di solito siamo abituati a un certo tipo di racconto che ci “ parla” e ci fa vivere le storie in italiano inframmentato di sprazzi divertenti e suggestivi di dialetto, ora ci troviamo a leggere una storia che usa terminologie prettamente identificate di una zona della Sicilia. Il che potrebbe anche essere divertente ma solo fino a un certo punto, perché a questo si unisce la mancanza di quel certo non so che  rende unici tutti i racconti di Camilleri.
Montalbano è alle prese con dei furti di estrema destrezza e furbizia, la lunga lista delle persone derubate lo portano a conoscere Angelica, una giovane donna che ricorda a Salvo l’Angelica dell’Orlando Furioso, bella nella sua fissità di donna fatta di carta e racconto eppure adesso così vera con la stessa forza e caparbietà dell’eroina. Ecco tornano le vampate di attrazione adolescenziale e il tradimento a Livia  che arriva inesorabile e sperato.
Nel complesso un racconto ben strutturato e raccontato, peccato che.......
Il sorriso di Angelica, di Andrea Camilleri, edito da Sellerio, 14,00 euro.
Elvira Guerrera.   


Il sorriso di Angelica

L’intermittenza
Di
Andrea Camilleri


Eccoci a un nuovo appuntamento con Camilleri, questa volta il maestro ci propone un thriller davvero intenso che, per certi versi, rispecchia la realtà che ci circonda. La Manuelli è una grande azienda guidata da un uomo cinico e senza scrupoli che non ci pensa due volte a ordinare di mettere in cassa integrazione gli operai che ritiene in esubero. Coadiuvato da un figlio inetto e avido di potere che non si fa scrupoli di passare sopra chiunque, e da un direttore del Personale, viscido e abile quanto basta per non avere pesi sulla coscienza a essere la mano che esegue i licenziamenti.
Una grande azienda che resiste al declino affondando i denti nella gola di una più piccola che ormai sull’orlo della disfatta, cerca di sopravvivere come può.
Due donne bellissime che, nonostante tutto, sanno come reagire ai risvolti della storia, tradimenti e cospirazioni, sesso senza scrupoli e ....l’intermittenza.
L’intermittenza che Mauro De Blasi, il direttore generale, deve affrontare, si, perché ogni tanto qualcosa nel suo cervello si blocca e lo porta in una realtà astratta di buio e vorticose parole inquietanti.
Davvero un thriller feroce e crudo che lascia con la sensazione, pagina dopo pagina, di un vuoto ancora da colmare, un volere sapere di più che alla conclusione della storia porterà a un risvolto quasi prevedibile.
L’intermittenza di Andrea Camilleri, edito da Mondadori, 171 pagine, 18,00 euro.
Guerrera Elvira.


Invasion
Di
Robin Cook


Per gli amanti del medical thriller e della fantascienza, ecco una chicca da non lasciarsi sfuggire, Robin Cook ci regala quello che è un capolavoro per gli amanti del genere.
Qualcosa nella vita delle persone sta per cambiare radicalmente, da un infinito spazio siderale sono giunte delle minuscole navicelle che inoculano, in chi le tocca, un virus che provoca un  totale cambiamento della personalità. Scampati al contagio un gruppo di ragazzi si imbatte in uno scienziato che è riuscito a combattere il virus, rivelando quella che è un’assurda realtà, che il virus effettivamente si trova già nel DNA del corpo umano, e la sostanza che inoculano le navicelle non è altro che una proteina che mette in azione il microbo.
Dalla conclusione scioccante e inaspettata.
Un bel libro da leggere, carico di suspense e colpi di scena, un connubio di due stili che crea sicuramente quello che è un libro intenso e forte.
Invasio, di Robin Cook, edito da Sperling, 8,40 euro, 371 pagine.


Il patto dei lupi
Di
Pierre Pelot


Una scoperta per me, di uno scrittore francese che mi ha fatto riscoprire la magia di un racconto ben strutturato e scorrevole.
1764, in una Francia divisa da signorotti e poveri contadini, si aggira una belva che miete vittime tra giovanetti e bambini. Un mostro famelico, dalle vaghe sembianze di lupo che uccide e mutila.
In una società di ricchezza e povertà, giunge un cavaliere per indagare sul mostro, lo segue un Mohicano, suo fratello di sangue. Questo strano duo, suscita nei signorotti uno strano effetto di indolenza e scetticismo, il Mohicano in particolar modo viene visto come una creatura fuori dal comune, un selvaggio senza anima, ma Mani è tutt’altro, il suo magnetismo animale lo mette in comunicazione con i principi della foresta e ben presto, Grégoire De Fronsac e suo fratello l’indiano, avranno degli alleati fuori dal comune per lottare contro un mostro.
Davvero un bel libro, scorrevole e coinvolgente. Ho sempre avuto una certa avversità a leggere dei libri di autori francesi, ma Pierre Pelot è riuscito dove molti altri scrittori hanno fallito, ho apprezzato e goduto di questa storia così particolare che ha alla base una storia vera avvenuta in Francia nella metà del XVIII secolo.
Da questo capolavoro è stato tratto un film di grande successo, che ripercorre quasi fedelmente il libro.
Il patto dei lupi, di Pierre Pelot edito da Sperling, 11,50 euro, 272 pagine.
Guerrera Elvira.


Epidemia
Di
Robin Cook



I libri di Cook sono come le ciliege, uno tira l’altro, il maestro del medical thriller si ripropone con un classico mai fuori moda. Forse un po’ datato ma sempre bello da leggere.
Al Manhattan General succede qualcosa di sconcertante, un caso di peste, prima, e un caso di tularemia dopo, uccidono in breve tempo dei pazienti. La cosa sembra preoccupare il medico legale che esegue le autopsie, ma quando cerca di parlare dell’effettivo pericolo, ai medici del Manhattan, si trova davanti un muro di ostilità. Le malattie infettive si susseguono sempre diverse e altamente mortali e virulente, Jack continua a indagare, nonostante qualcuno abbia assoldato un gruppo di teppisti di strada per ucciderlo, la vera epidemia però si rivela essere una terribile influenza, simile alla spagnola che decimò tante vite umane. La verità metterà Jack in serio pericolo di vita e la salvezza arriverà da chi meno se lo aspetta.
Un thriller affascinante e intenso, scorrevole e forte, un libro da leggere tutto d’un fiato.
Epidemia di Robin Cook, un thriller edito da Sperling, 395 pagine, 10,50 euro.
Guerrera Elvira.


Il filo che brucia
Di
Jeffery Deaver



Un nuovo avvincente romanzo di Deaver che ci terrà sul filo....dell’alta tensione. Il ritorno di un protagonista amato e seguito, Lincoln Rhyme deve lottare contro un suo vecchio nemico, l’Orologiaio è ritornato a far parlare di se mentre un folle ha sabotato la linea elettrica seminando paura e cadaveri. Corpi bruciati e suspense, il cervello di un grande criminologo e l’abilità della sua compagna Amelia, un antico nemico; per Lincoln le sfide non si fermano mai e la sua splendida mente compensa la noia e l’immobilità di un corpo che non riceve più stimoli, un cervello brillante che vede oltre quello che gli altri guardano soltanto.
L’Orologiaio, il nemico di Rhyme, l’unico che gli è sfuggito e che lui fondamentalmente in qualche modo rispetta è stato avvistato a Città del Messico, quando sembra che l’antica sfida abbia un nuovo inizio un folle manomette la linea elettrica seminando il terrore e uccidendo in modo orribile dei poveri innocenti, si teme un eco-terrorismo, ma l’assassino avanza una richiesta che non potrà mai essere soddisfatta, un drastico dimezzamento dell’energia elettrica che potrebbe paralizzare New York.
Amelia e Rhyme adesso devono lottare contro una minaccia che rischia di degenerare in qualcosa di impensabile e pericoloso.
Davvero un bel romanzo da leggere, un libro che saprà tenervi sul filo dell’alta tensione, in tutti i sensi.
Il filo che brucia, di Jeffery Deaver, edito da Rizzoli, 351 pagine, 19,50 euro.

Guerrera Elvira.


Rose Madder
Di
Stephen King



Una bella storia nello stile del re del brivido, forse datata in termini di tempo ma sempre una storia da godere dalla prima fino all’ultima pagina, un crescendo di suspense e tensione che si intensifica capitolo dopo capitolo.
Rosy è una donna maltrattata dal marito, mentre giace sul pavimento della cucina a perdere sangue e a sentire scivolare via la vita che fino a pochi minuti le cresceva dentro, pensa che prima o poi Norman la ucciderà, ma il coraggio di scappare via dal male che le fa è soffocato dalla paura stessa, la violenza inaudita a cui è sottoposta sono un deterrente a qualsiasi gesto o parola di troppo e a  fuggire via, Rosy, non prova nemmeno, fino a quando, una mattina, mentre riordina il letto, nota una goccia di sangue sul suo guanciale, il sangue che ha ricominciato a uscirle dal naso, perché Norman gli e lo ha rotto. Rosy prende una decisione improvvisa e fugge di casa portandosi dietro la carta di credito di suo marito, quando la donna viene accolta dalle Figlie e Sorelle, una associazione di donne maltrattate, Rosy ricomincia a vivere, trova un lavoro e l’amore. Ma Norman è sulle sue tracce e non smetterà di terrorizzare e uccidere finché non la ritroverà, lei lo sa, sta arrivando, lo sente nelle viscere, e nel suo nuovo piccolo appartamento prega che lui non riesca a trovarla, ma l’aiuto di una dea vendicatrice la soccorre e Rosy acquista una identità che Norman non sospetta nemmeno. Bello da leggere per gli amanti di King e per chi vuole riscoprire un autore.
Rose Madder, di Stephen King, edito da Sperling e Kupfer, in versione paperback , 510 pagine, 8,50 euro.


Guerrera Elvira.

Alice in Wonderland
Basato sui romanzi di
Lewis Carroll



Francamente credevo che un libro del genere fosse destinato ai piccoli lettori, invece la violenza gratuita che emana è da censurare a quelle che sono piccole menti troppo sensibili, nei libri originali della Carroll, esiste una Regina rossa che oltre a gridare di tagliare la testa a questo e a quello, altro non fa, in questa versione la violenza è parte integrante del libro, occhi cavati da spilloni e mostri decapitati, sangue e aggressività, questo è il nuovo Alice, questo è il libro riproposto in una nuova e infelice versione.
Alice è cresciuta, ma il sogno del mondo fantastico ritorna notte dopo notte. Durante la festa del suo fidanzamento rivede e rincorre il coniglio bianco che la riporterà nel Paese delle Meraviglie, ma qua tutto è cambiato, tutto è grigio, senza speranza e sogno. La Regina Rossa imperversa e fa terra bruciata, la Regina Bianca aspetta un cavaliere che rivendichi il suo regno. Toccherà ad Alice lottare con il terribile mostro scatenato dalla Regina e dovrà essere sempre lei, come la prima volta, ad acquistare fiducia per vivere la sua nuova vita da adulta.
Sarebbe potuto essere un bel libro per ragazzi, una nuova riscoperta del famoso romanzo con seguito, ma è troppo violento per essere una favola e forse troppo soft per essere un libro dell’orrore.
Alice in Wonderland, basato sui racconti di Lewis Carroll, della Disney libri, 236 pagine, venduto solo con DVD a circa 17,00 euro.



Guerrera Elvira

Kathy Reichs
Le ossa del ragno


Un nuovo avvincente thriller di Kathy Reichs, vivo e pieno, i colpi di scena anche se a volte ampiamente anticipati, lasciano comunque senza fiato,i particolari della storia sono narrati come sempre con una raffinata maestria che fa, della Reichs, una delle scrittrici più apprezzate.
Spider era un eroe di guerra. Ha combattuto nel 1968 in un inferno chiamato Vietnam e ne è uscito in una bara anonima. Allora come mai risulta essere annegato in un lago del Quèbec ai giorni nostri? E perché indossa biancheria intima femminile? La reputazione di un uomo rischia di essere infangata e il nome della sua famiglia rovinato per sempre. Toccherà a Temperance Brennan riabilitare o meno il nome dei Lowery, rischiando il tutto e per tutto in un indagine che sin dall’inizio si rivela più intrigata e complessa di quanto sembra.
Le ossa del ragno è un bel thriller mozzafiato, ancora una volta Kathy Reichs ci ha regalato un’emozione, bello e forse unico nel suo genere, da leggere.
Kathy Reichs, le ossa del ragno, edito da Rizzoli, 371 pagine, 21,00 euro.

Guerrera Elvira.


Acqua in bocca
Di Camilleri e Lucarelli


Una divertente indagine nelle mani di due fuoriclasse, Salvo Montalbano e Grazia Negro alle prese con un cadavere e forse la macabra firma dell’assassino. Una collaborazione unica con l’irruenza della Negro e il calmo siculo intuito del commissario Montalbano.
Davvero un bel connubio questo di Camilleri e Lucarelli, due grandi del giallo italiano che ci propongono un’ esperienza unica nel suo genere, un libro nato quasi per gioco, quasi per scommessa, una storia tratta, guarda un pò, da un film in produzione, una sfida lanciata dal produttore che ha visto il feeling intenso e unico che corre tra i due autori, e allora la domanda gli affiora alle labbra, Montalbano e Negro, come si comporterebbero i due protagonisti dei vostri romanzi, se dovessero collaborare in una indagine non ufficiale, sotto traccia? Cosa succederebbe con l’irruenta impulsività di Grazia Negro, e la contrastante filosofia e traccia protettiva paternalistica di Salvo Montalbano? Riusciranno i nostri grandi poliziotti a non scornarsi  e a collaborare? Immergetevi in questa esilarante e intensa storia, ricchissima di colpi di scena, e lo scoprirete presto. Per quanto mi riguarda sarebbe bello che il nostro Camilleri e Carlo Lucarelli, in un prossimo futuro potessero collaborare nuovamente e regalarci ancora delle belle storie con protagonisti Montalbano e Grazia Negro. Spero in un futuro non molto lontano.

Acqua in bocca, di Andrea Camilleri e Carlo Lucarelli, edito da Minimum fax, 100 pagine,10,00 euro circa.
Guerrera Elvira


La caccia al tesoro
Di
Andrea Camilleri


Inquietante. Semplicemente inquietante. Mai, nei libri di Camilleri mi era capitato di provare una sensazione di simile angoscia e orrore, se fosse stato un King, me lo sarei certamente aspettato e non mi avrebbe fatto sicuramente questo effetto, ma da un Camilleri  la mia reazione istintiva è stata di raccapriccio. Ma non fraintendetemi, è davvero un bellissimo libro, di quelli, che ripeto, non vi sareste mai aspettati, unico forse nel suo genere, e se questo è il nuovo filone di Camilleri  c’è da sospettare che....con la maturità il nostro scrittore si faccia più forte e “gustoso” come il buon vino.
Durante un’indagine, Montalbano, rinviene in una vecchia casa una bambola gonfiabile, vecchia e rattoppata fino all’inverosimile, mancante di parti e di ciocche di capelli. Qualche tempo dopo viene ritrovato in un cassonetto un secondo fantoccio, simile al primo con gli stessi rattoppi e le stesse mutilazioni, nella mente del commissario, allora comincia a farsi strada un’idea: possono due oggetti invecchiare allo stesso modo se usati da persone diverse e in tempi diversi?.
Contemporaneamente una lettera fatta recapitare direttamente a casa di Montalbano, lo portano a partecipare suo malgrado a una caccia al tesoro molto particolare. Le indagini sulla scomparsa di una ragazza e la caccia al tesoro sembrano collimare con un unico denominatore e il commissario stesso a un certo punto si verrà a trovare in quello che è un vero e proprio incubo.
Da leggere e rileggere per coglierne sfumature che in primo momento possono sfuggire, e quando si arriverà nei momenti clou, ci si chiederà perché certe cose non le si era colte prima. Un libro forte nel suo contenuto, tinte un po’ pesanti ma sempre nello stile Camilleriano.
La caccia al tesoro, di Andrea Camilleri, edito da Sellerio, 269 pagine, 14,00 euro.
Guerrera Elvira.


Corpo estraneo
Di
Robin Cook



Un bel medical thriller come solo il grande Cook sa scrivere, sempre a passo con i tempi, e sempre attuale nelle problematiche che purtroppo colpiscono la nostra società.
Una studentessa in medicina scopre attraverso la  CNN che la sua adorata nonna è morta a causa di un intervento chirurgico, intervento che la donna aveva deciso di farsi fare in India per risparmiare denaro. Donna di pronte decisioni, Jennifer si ritrova a bordo di un aereo per New Delhi, oppressa dall’insistenza a cui viene sottoposta, per cercare di convincerla a fare cremare le spoglie della nonna, Jennifer si convince sempre più che ci sia qualche ragione ben più grave che un semplice problema di spazio per conservare le salme, quando poi si verificano altri decessi in circostanze sospette, la ragazza chiede l’aiuto di due suoi cari amici patologi.
Il turismo medico purtroppo è una realtà, molte persone “scappano” all’estero per farsi operare perché più economico, Robin Cook non ha fatto altro che mettere in evidenza questa realtà e trarne un bel romanzo.  
Corpo estraneo di Robin Cook, 396 pagine, edito dalla Sperling, versione Paperback, 10,50 euro.
Guerrera Elvira


The Dome
Stephen King

 

Ancora un capolavoro del re del brivido, un libro intenso nei particolari e molto incisivo, pieno di colpi di scena, a partire dalla prima pagina per finire poi con l’epilogo. Osservate la copertina e cominciate a scorgere le prime pagine, quella cupola non vi ricorda un episodio di un noto cartone animato dato da poco nelle grandi sale?
A Chester’s Mill, nel Maine è successo qualcosa di incredibile e completamente inaspettato, una cupola trasparente é scesa sulla città imprigionando persone, case e....l’aria.
Un ex marine, Dale Barbara, detto Barbie, si ritrova prigioniero all’interno della cupola insieme a buona parte della popolazione, e con il coraggio e  la forza della voglia di sopravvivere gli si affiancano una giornalista, un paramedico e tre intrepidi ragazzini, insieme cercheranno di venire fuori da una situazione difficile e imprevista, qualcosa di impensato e straordinario.
Purtroppo all’interno della cupola si ci trova anche Big Jim Rennie (Barbie? Big Jim?) che vuole a tutti i costi dominare la cittadinanza nascondendosi dietro buone parole e la religione e uccidendo chi gli ostacola la via all’ascesa del potere. Ma alla fine sono tutti sotto la cupola ed è questa che deciderà del destino di buoni e cattivi, l’aria sempre più rarefatta e velenosa miete vittime e alla fine solo in pochi riusciranno a salvarsi.
Un bel libro da leggere, che fa immedesimare il lettore al punto da farlo sentire....sotto la cupola.
The dome. Di Stephen King edito da Sperling e Kupfer, 1036 pagine, 23,90 euro.

Guerrera Elvira.


L’ipnotista
Di Lars Kepler


Camminare immersi nella melassa fino alle ginocchia, ecco come è leggere questo libro. Denso e lento quasi sonnolento (o soporifero?) e comunque prende, colpisce la storia e in qualche modo i personaggi, dei quali unico degno di nota comunque è Erik, gli altri sono un po’ insipidi e poco interessanti compreso il killer, che dovrebbe essere uno dei perni della storia, in più è poco “ raccontato” sembra una sceneggiatura e non un romanzo, concentrato sugli atti dei personaggi e non sulla storia vera e propria.
Erik Maria Bark è un ipnotista, chiamato d’urgenza  dal commissario Joona Linna  si precipita in ospedale, dove un giovane ragazzo è stato ricoverato in gravi condizioni, il suo corpo è pieno di tagli, ma è lo shock che gli ha fatto perdere la cognizione con il mondo e la realtà, è il fatto che la sua famiglia è stata massacrata, barbaramente uccisi e mutilati, un efferato delitto che non conosce ragione alcuna. Solo Evelyn, la sorella maggiore, è scampata al massacro, e ora lei e Josef sono rimasti da soli, due fratelli, un terribile segreto. Ma per Erik i problemi sono appena cominciati, qualcuno ha rapito suo figlio e la moglie lo ha abbandonato, tutto riporta a Josef, che nel frattempo, accusato dell’omicidio, è scappato dall’ospedale. Ma sarà poi così?
Il romanzo avrebbe potuto svolgersi in maniera differente, dando soprattutto ai personaggi un po’ di verve in più, quantunque ci siano parti ben raccontate e delineate, il libro risulta un po’ fiacco e lento.
Un piccolo appunto per il traduttore, rispettare i nomi stranieri è un bene lecito e degno di nota, ma i nomi delle strade, delle zone e di paesini dalla cadenza finnica, per noi poveri mortali sono difficili da interpretare, lunghi, lunghissimi e pieni di accenti che non sappiamo tradurre, sarebbe stato carino e cortese, mettere a piè di pagina una piccola legenda che spieghi come pronunciare certi nomi.   
L’ipnotista di Lars Kepler, edito da Longanesi, 585 pagine, 18,60 euro.

Guerrera Elvira.


Il nipote del Negus
Di
Andrea Camilleri



Rieccoci a un nuovo imperdibile appuntamento con Andrea Camilleri, un libro divertente ispirato a un’epoca di fascismo, dove la stupidità degli uomini, il loro non vedere se non quello che vogliono, viene buggerata e beffeggiata da un principe etiope, che tra spese inutili, dispendio di denaro in prostitute, amori vari e scherzi goliardici, riesce a farsi beffa di una popolazione che pensava di essere furba e invece, per riprendere le parole del principe “sono stupidi come un asino”.
Il racconto è svolto in lettere e in piccoli frammenti di parlate, divertente come solo può farcelo vedere Camilleri, tragicomico nella sua interezza.
Grhane Sollassiè Mbssa è un principe etiope di diciannove anni, iscritto alla Regia Scuola Mineraria di Vigata si ritrova in un ambiente dove tutto gli è permesso, perché essendo principe si vogliono evitare incidenti diplomatici, è chiaro che il principe approfitta ampiamente della situazione mettendo in ridicolo persino il Duce, in un ultimo goliardico, ma purtroppo sospettato colpo di coda.
Davvero un nuovo capolavoro da leggere..
Il nipote del Negus di Andrea Camilleri, Sellerio editore 277 pagine, 13,00 euro.

Guerrera Elvira


Fattore di rischio
Di
Robin Cook



Un altro medical thriller del grande Cook, che ci fa riflettere su quelle che possono essere probabili situazioni e casi, avvalorati da rischi che si possono realmente correre a discapito della vita umana.
Laurie Montgomery, medico legale, ha scoperto una terribile catena di morti per MRSA, uno stafilococco particolarmente feroce e letale che uccide in poche ore, mettendo in correlazione le morti e le cliniche dove sono avvenuti i decessi, comincia una estenuante e pericolosa ricerca dei colpevoli, e cerca in tutti i modi di fermare il filare di queste morti orribili.
Per tutti quelli che sono appassionati del genere, e non, fattore di rischio è davvero un bel libro, consiglio, di leggere anche gli altri capolavori di Cook, davvero uno  stimolo all’informazione.
Fattore di rischio, di Robin Cook, edito da Sperling e Kupfer 442 pagine, 19,90 euro.

Guerrera Elvira.


Il simbolo perduto
Di Dan Brown




Certo, chi si aspettava un nuovo riproporsi di "Angeli e Demoni" o de "Il codice Da Vinci" forse sarà rimasto un poco deluso, ma non ci si può aspettare che tutti i romanzi abbiano a seguire una certa strada, ma Il simbolo perduto è comunque un bel libro, intenso e pieno di colpi di scena che lasciano il lettore con il fiato sospeso, le vicende si incrociano in un turbinio di eventi e situazioni tali da portare, chi legge, al desiderio di sapere ancora.
Robert Langdon  viene convocato d'urgenza dal suo caro amico Peter Solomon, lo scienziato storico e filantropo chiede all'amico di tenere una conferenza sulle origini esoteriche della capitale americana. Ma giunto al Campidoglio, Robert, trova ad attenderlo solo la mano mozzata del suo amico.
Da questo è tutto uno svolgersi di eventi e di equivoci, di inseguimenti e sottintese rivelazioni.
Il simbolo perduto è davvero un bel libro, scorrevole e intenso, ricco dei colpi di scena e della suspense che fanno di questo romanzo un capolavoro.
Il simbolo perduto di Dan Brown edito da Mondadori, 604 pagine, 24,00 euro.


Guerrera Elvira

Il biglietto vincente
Di
Mary e Carol Higgins Clark



Non avevo mai letto un romanzo delle Clark scritto a quattro mani, ma devo dire che se ce ne sono o ce ne saranno altri in futuro, e sono della stessa forgia di questo, mi limiterò a tirare dritto.
Il biglietto vincente sembra uno di quei romanzi scritti tanto per non perdere l’abitudine, senza suspense, cosa che rende un libro interessante e degno di essere letto; i colpi di scena sono nulli perché ad ogni azione dei “nostri” eroi corrisponde immediatamente una contromossa degli antagonisti, e così per tutto il libro fino allo scontato e molto prevedibile finale, vuoto e senza colore né calore.
Branscombe, è una cittadina del New Hampshire, dove la gente sembra vivere in armonia, ma una improvvisa vincita alla lotteria di Natale fa scatenare una serie di eventi pieni di equivoci e di sfortunate situazioni, dove si trovano coinvolti due investigatori e una anziana signora che fa la detective per hobby.
Penso che con un pò più di impegno sarebbe venuto fuori un bel libro, dando ai protagonisti il giusto rilievo e a quelli di fondo un pò più di risalto, è un romanzo che pecca di sostanza, i capitoli sono rapidi e senza suspense.

Il biglietto vincente di Mary e Carol Higgins Clark,
edito da Sperling e Kupfer 228 pagine, Euro 17,90.  


Guerrera Elvira

La strada delle croci
Di
Jeffery Deaver



Siamo ormai a un consueto appuntamento, Deaver ha colpito ancora con un grande romanzo affidato alle "cure" dell'esperta di cinesica Kathryn Dance. La strada delle croci è un altro capolavoro con protagonista la famosa agente che legge il linguaggio del corpo e ne fa sue verità e menzogne. Dopo La bambola che dorme, Dance, è impegnata in un intricato caso che la porta a scoprire il vasto mondo dei Blog,  misteriosi reami virtuali e avatar del mondo sintetico e reale.
California, sulla Highway 1, viene rinvenuta una rozza croce di legno che riporta la data del giorno dopo, pensando a un errore, l'agente che l'ha trovata non le da molto peso, fino a quando, il giorno dopo non trovano, nello stesso punto, una ragazza in fin di vita. Comincia così uno dei più rocamboleschi incarichi dell'agente Dance e del suo collega O'Neil, che dovranno indagare in un mondo fatto di finzioni dove muoiono persone reali. Tutto lascia pensare alla vendetta di un giovane adolescente bisfrattato dai coetanei, fino alla fine ci si lascia trascinare, forse desiderosi di sapere come andrà a finire, ma la verità e il risvolto finale lasceranno decisamente a bocca aperta.
La strada delle croci è un bel romanzo, capace di portare il lettore dal mondo reale a quello sintetico, con una facilità sbalorditiva. E' un libro che si "divora" per il desiderio di sapere oltre, strabiliante per la sua forma di scrittura e veridicità.

La strada delle croci -di- Jeffery Deaver edito da Rizzoli- 498 pagine 21,50 euro.
Chi lo desidera può visitare il sito web all'indirizzo www.jefferydeaver.com.



Guerrera Elvira.

Crimini gemelli
   Di
Meg  O' Brien



Un bel romanzo a tinte forti, per chi ama il genere e ha voglia di leggere, tutto d'un fiato un buon libro.
Rachel e Angela sono gemelle, adottate in tenera età da una coppia affiatata e innamorata. Durante la vigilia di Natale, però uno scatto d'ira incontrollata e violenta si impadronisce di una delle due sorelline, che con ferocia pugnala la gemella. Riportata in orfanotrofio, la ragazzina cresce con risentimento e odio nei confronti dei suoi genitori adottivi e della sorella che è rimasta con mamma e papà in una vera casa. Un romanzo crudo che colpisce e lascia senza fiato il lettore.
Crimini gemelli, di Meg O' Brien, Mondadori , 7,50 euro.Guerrera

Guerrera Elvira

                                          La rizzagliata

                                         Di
                                      Andrea Camilleri



Rieccoci a quella che ormai è una piacevole abitudine, lo aspettiamo ormai come una cosa che ci è quasi dovuta e, anche questa volta il nuovo romanzo non si è fatto aspettare, è arrivato con la sua solita ironia e determinazione, il mistero e la capacità di tenere sul filo e con il fiato sospeso chiunque.
Questa volta la storia si svolge in una Palermo moderna e bella in ogni sua forma, tra messe in onda dal sapore amaro e maldicenze velenose, di informatori e uomini di potere.
Michele Caruso è il direttore di una famosa rete televisiva Alfio Smecca il suo redattore capo e conduttore del notiziario in prima serata, tra i due, nonostante l'apparenza, non corre buon sangue e oltre a questo Michele e la moglie di Alfio sono amanti. La morte di una giovane studentessa getta lo scompiglio in redazione, Amalia Sacerdote è stata barbaramente uccisa nella sua casa e accusato dell'omicidio è il suo fidanzato, Manlio.
Michele si muove con i piedi di piombo nel dare le notizie mentre i suoi redattori vorrebbero gettarsi a capofitto negli scoop che sembrano fioccare. Tra l'omicidio, il tenere a freno i suoi collaboratori, una vita privata complicata che scorre in sordina ma che diventa sempre più prepotente, Andrea Camilleri, ci fa vivere una storia emozionante e veramente bella e insolita.
Andrea Camilleri, la rizzagliata edito da Sellerio , 210 pagine, 13,00 euro  

Guerrera Elvira

Lucina
L'indecente soprano nella Roma del Papa Re


Una storia che forse meritava un po' di attenzione in più, quella di Lucina. Il personaggio principale che viene penalizzato dall'aspetto storico e teologico della storia, dove vengono messi in evidenza i tratti storici, molto ricchi in verità, e non quella che dovrebbe essere la storia del romanzo in se stessa.
Il personaggio è pressappoco abbozzato e non se ne concede che solo una fugace descrizione, la sua vita, la sua esistenza sono solo una vanescente ombra in quella che è la descrizione, molto dettagliata e ben fatta, in verità, della rivoluzione storica dell'Illuminismo e del Rinascimento. Il romanzo da la sensazione di una sceneggiatura, manca di colore e di atmosfera, di quelle sensazioni che una storia come questa doveva trasmettere, Lucina è tenace, viva, è donna e uomo, è un'amante, è dolce e dura quando serve; ma nel romanzo questo poco si evince dando invece spazio ad altro.
In molte capitali d'Europa si scatena la rivoluzione, l'Illuminismo avanza mentre nella Roma di Papa Pio VI Braschi viene al mondo Lucina. Sua madre, "che esercita il puttanesimo" al porto di Ripetta la lascia presto orfana, suicidandosi nelle acque del Tevere.
Lucina fu affidata alla Confraternita di Santa Maria della Visitazione degli Orfani e andò a stare dalle Monache del Terzo Ordine Agostiniano in Santa Maria in Aquino, ben presto dimostrò di avere stupefacenti doti canore che lasciarono sbalordite le monache. Lucina a questo punto capisce che la sua vita è il canto, ma in quell'epoca nello Stato Pontificio era proibito alle donne cantare in Chiesa e a Teatro, per cui Lucina si finge Castrato, unica categoria di musici a cui era permesso il canto, per potere  finalmente cantare. In questi frangenti conosce l'amore e nel contrasto tra l'amore per il canto e l'amore fisico intimamente suo, Lucina è Castrato di giorno e donna di notte.
La storia è bella anche se non da la giusta considerazione che il personaggio merita.
Lucina l'indecente soprano nella Roma del Papa Re, di Luigi Magni, edito da Le Maschere Marsilio, 221 pagine, 15,00 euro.


Guerrera Elvira.  

Andrea Camilleri
La danza del gabbiano



Rieccoci  puntualmente con una nuova e avvincente storia del maestro Camilleri, una storia che comincia in un modo un pò insolito e si va via via facendo sempre più avvincente e intensa. La scomparsa di un caro amico e collega, la scoperta di morti violente e un Montalbano sempre più sensibile e incline alla commozione, ma come sempre, nelle storie che lo accompagnano non mancano mai l'ironia e le castronerie Catarelliane, le scene madri a cui ci ha avvezzi e la dolcezza di cui ci fa partecipi ogni volta in un modo nuovo.
Fazio è scomparso, forse perso dietro a qualche indagine di cui non ha messo al corrente il suo superiore, le ore passano e il commissario Montalbano comincia a sentire il terribile vuoto che si è creato intorno alla sua persona, mobilita i suoi più fidati uomini e avvia le ricerche. Dai pozzi aridi di un'antica campagna desolata affiorano due morti che in un primo momento avevano fatto tremare il cuore di Montalbano, poi l'esperienza e l'istinto puro lo mettono sulla giusta strada, fino all'inevitabile risoluzione del caso che lega Fazio e i due cadaveri ritrovati, in una vorticosa e intricata storia di passioni, tradimenti e nevralgici fatti di sangue, di contrabbandi e traffici, il tutto reso " viscido" da un quasi amore clandestino. Solo un misto di fiuto ed esperienza possono fare in modo che i tasselli di questo complicato puzzle vadano al loro posto, e il commissario Salvo Montalbano è l'uomo giusto per risolverlo.
Un romanzo bello che tiene con il fiato sospeso per quasi tutta la storia, ironico e commovente che ci fa vivere con trepidazione gli eventi come se ne fossimo i diretti protagonisti.
Guerrera Elvira
Andrea Camilleri, La danza del gabbiano, Sellerio editore,Palermo,  267 pagine, 13,00 euro.

Guerrera Elvira

Jeffery Deaver
I corpi lasciati indietro





Ancora un'opera del maestro della suspance che ci farà vivere un'avventura fuori dall'ordinario.
Un inseguimento tra piante striscianti e letali arbusti irti di spine micidiali, i colpi di scena si susseguono uno via l'altro tra imprevisti e pallottole, una donna da salvare, una bambina da proteggere e la propria pelle da mettere in salvo, oltre al fatto doveroso di assicurare i killer alla giustizia.
Brynn McKenzie è una poliziotta, mandata per un controllo in una casa sul lago Mondac, scopre i cadaveri brutalmente assassinati di un uomo e di una donna, ma i killer sono ancora in casa e Brinn rischia di essere la terza vittima, comincia così una fuga mozzafiato tra i boschi intricati, ferita e arrabbiata armata solo del suo coraggio e della sua caparbietà. Nella sua fuga incontra Michelle, un'amica della coppia uccisa, comincia così una corsa tra mille ostacoli, tra i fischi delle pallottole che le sfiorano, l'intelligenza e la perspicacia di uno dei killer, ostacolata dall'esperienza e dalla forte intelligenza di Brynn.
I corpi lasciati indietro è un bel romanzo ricco di dettagli e colpi di scena, anche se l'inseguimento tra la protagonista e il suo antagonista si rivela un po' inverosimile, dove le strategie vengono subito scoperte e sventate e perdono molto di suspance, perchè non c'è un vero filo thriller che la sostiene, comunque lasciata dietro questa empasse il libro è molto gradevole da leggere, e alla fine vengono a galla anche le verità e le debolezze dei protagonisti, che sono inesorabilmente debolezze umane.
anno 2009, 461 pagine  editore Rizzoli, prezzo € 21,50   
   
Guerrera Elvira.

Kay Scarpetta
Di Patricia Cornwell



Dopo un lungo periodo di assonnati romanzi, dove si sentiva una mano stanca e quasi irriconoscibile, la Patricia Cornwell di un tempo ci regala un romanzo degno del suo famoso modo di scrivere. Avvincente, ricco dei colpi di scena succosi che ci sapeva regalare una volta. Kay Scarpetta torna per raccontarci ancora una volta della sua vita, di quella di Benton, di Lucy e di tutte le persone che la amano e l'apprezzano per quello che è.
Oscar Bane è un uomo affetto da ipostaturalità, per questo è già visto come un mostro, un essere deforme. Un uomo che soffre ma che ha saputo rendersi indipendente e indifferente agli altri,
Oscar è convinto di essere spiato e teme per la sua vita e per quella della sua fidanzata Terri.
Quando quest'ultima viene barbaramente uccisa, Oscar Bane viene accusato dell'omicidio e chiede di Benton e della dottoressa Scarpetta per far si che venga riconosciuto innocente anche dall'opinione pubblica che lo vede già come "il nano assassino". Tutto collima nel giudicare Oscar colpevole, e Kay avrà un bel da fare a dimostrare una sua eventuale innocenza, oltretutto un sito internet sta facendo di tutto per screditare l'anatomopatologo, inventando storie assurde e pubblicando fotografie che mostrano una Kay Scarpetta alla stregua di un Jak lo Squartatore.
Un bel libro, che ci fa rivivere ancora una volta le storie a cui eravamo abituati, denso e ricco. Ancora una volta.
Kay Scarpetta di Patricia Cornwell, edito da Mondadori, 478 pagine, 20,00 euro.

Guerrera Elvira


Il sonaglio
Di Andrea Camilleri



Ancora una volta il maestro Andrea Camilleri ci propone una favola dal dolce sapore, una storia che si consuma tutta d'un fiato senza riuscire a staccare gli occhi dal libro, amore e tenerezza di un rapporto ambiguo e inusuale che intenerisce il cuore, fa sorridere e a volte intristisce un po'.
Giurlà è un mandriano, cura le capre che gli sono state affidate, e nonostante sia un ragazzo cresciuto col sapore del mare sulle labbra, riesce ad abituarsi alla vita solitaria e brulla della montagna. La sua vita è tranquilla e serena ,con lui, nelle notti fredde che precedono gli inverni c'è Beba, una giovane capretta che si comporta come una giovane moglie amorevole e devota. Giurlà torna casa dopo un lungo periodo, intenzionato a rimanere per sempre nella sua Vigàta, ma la nostalgia delle montagne silenti e del dolce richiamo della sua Beba, presto lo fanno ripartire. Anche la capretta ha sofferto per la lontananza, e si è lasciata deperire piano piano, solo il ritorno del suo amore le farà tornare le forze per ricominciare a vivere.
Una storia dal finale agrodolce, che fa sorridere della dolce e risoluta caparbietà di una capretta che sa essere umanamente ostinata, e di un ragazzo fattosi uomo che scopre il vero amore, quello del cuore, in una bestiola tanto fedele quanto innamorata.
Il sonaglio di Andrea Camilleri, edito da Sellerio. 191 pagine, 12,oo euro.
Guerrera Elvira

La notte della paura
Di Jeffery Deaver


Dopo "Spirali", Deaver ci propone ,ancora una volta, un insieme di racconti. Personaggi straordinari che ci faranno vivere storie di ordinaria follia e vite che si intrecciano in un susseguirsi di colpi di scena, degni del grande scrittore. Sedici storie avvincenti che non lasciano mai presagire come in realtà si concluderanno, sedici racconti che ci narreranno di segreti e mezze verità mai raccontate, di equivoci e tormenti. Senza dubbio un libro che si leggerà presto e che farà tirare un sospiro alla fine di ogni racconto, suspance e colpi di scena presentati come sempre da un grande del thriller che sa farci vivere in prima persona ogni storia, con un trasporto intenso e costante.
La notte della paura di Jeffery Deaver, edito da Rizzoli, 480 pagine, euro 21,50.

Guerrera Elvira  



Arthur Golden
Memorie di una Geisha



Un romanzo che consiglio di leggere, capace di trasportare il lettore in un mondo estraneo e meraviglioso, un mondo fatto di regole e superstizioni. Esistenze, quelle delle geishe, su cui si è sempre fantasticato con timore quasi riverenziale, perché concepito sempre come un tabù, un argomento di cui non discutere, invece questo strano pianeta è tutt’altro che una casa d’appuntamenti o una congrega di prostitute, è qualcosa da capire e comprendere, è un avventurarsi in situazioni e storie uniche, storie, tutte da ascoltare.
Yoroido è un piccolo villaggio di pescatori, nella parte più misera e povera del Giappone, lì, in quella che hanno ribattezzato la casa ubriaca, vivono due sorelline. Chiyo e Satsu. Vivono di poco con il vecchio padre e la madre gravemente ammalata. Un triste giorno le due sorelle si vedono portare via dalla casa ubriaca e dalla madre morente, mentre con un velo di lacrime e pioggia negli occhi il vecchio padre le guarda partire senza alzare un dito. Chiyo e Satsu sono state vendute come domestiche o nel migliore dei casi, se saranno adatte, come apprendiste geishe, comincia così per loro una nuova vita non priva di sofferenze, a cominciare dal fatto che una volta arrivate a destinazione verranno separate per intraprendere ognuna una strada diversa.
Un bel libro, ricco non solo di contenuti scorrevoli e dettagli,ma di una magia intensa di un mondo nuovo e antico nello stesso tempo.
Arthur Golden, Memorie di una geisha, edito da Longanesi, 563 pagine, 18,60 euro circa.

Guerrera Elvira.


Le ossa del diavolo
Di
Katy Reichs



Ancora un capolavoro della signora della suspance, un romanzo che certo non deluderà gli amanti del genere thriller.
Le ossa del diavolo ci porta a conoscere scioccanti rituali e misteri nascosti, ragazzi  immolati a idoli pagani oppure omicidi spietati nati dalla follia del genere umano?
La dottoressa Brennan è alle prese con un nuovo scioccante caso, questa volta però i resti che ha tra le mani, sono stati rinvenuti dentro un calderone pieno di terra, insieme a una testa di pecora e ai resti martoriati di un pollo.
Slidell e Brennan insieme per lottare contro un nemico molto potente, forse più di quanto si riesca a immaginare, tutto questo accompagnato da giovani corpi, ripescati da gelide acque e senza testa, con numeri diabolici e pentacoli incisi sul corpo.
Ma non sempre quello che appare è la verità, cosa si cela dietro tutto questo?
Un buon libro che si legge tutto d'un fiato, amori che tornano dal passato, ironia e suspance, fanno di questo nuovo romanzo un piccolo capolavoro del genere thriller.
Edito da Rizzoli, 376 pagine, euro 19,50.
www.rizzoli.eu



Guerrera Elvira

L’età del dubbio
Andrea Camilleri





Un nuovo capolavoro che nasce dalla fervida fantasia del maestro Andrea Camilleri, ci porta a conoscere un nuovo aspetto del commissario Montalbano, alle prese, questa volta, con un caso davvero difficile dove i malfattori sono il suo cuore, la sua testa e un organo non bene specificato un po’ più in basso. Un vortice confuso di amore represso per una Laura che lo ama del suo stesso amore spaurito e timoroso. Questa volta il commissario dovrà lottare contro un nemico ben più potente di quelli a cui è abituato, aggredito da pensieri che lo vogliono fedele a una donna lontana e assente, si vede coinvolto in una indagine di diamanti di contrabbando, affiancato a una dolce tenente che gli è vicino e sempre presente. Se non altro nei suoi pensieri.

Il Vanna e L’Asso di Cuori sono due imbarcazioni che approdano al porto di Montelusa, sembra che tra l’equipaggio non ci sia nessun rapporto, ma la mascolina proprietaria del Vanna nasconde segreti e tocca a Mimì Augello scoprire di cosa si tratta, mettendo in atto le sue migliori doti che lo portano tra le lenzuola della donna. Salvo e Laura sono impegnati nell’indagine e si legano a filo doppio, e si respingono.
Una storia bella piena di sentimento puro, che lascia sulle labbra un po’ del sapore salato delle lacrime.



Sellerio editore Palermo, 261 pagine, 13,00 euro.

Guerrera Elvira

Al crepuscolo
Stephen King




Un nuovo capolavoro del re del brivido, tredici storie, tredici racconti che si perdono in un vortice da brivido. Fantasmi persi in stazioni dove non passerà mai più un treno, vicende di coraggio e forza di donne che lottano per la vita, sogni premonitori e gatti particolari.
Storie belle, da assaporare una dopo l’altra, come in “Tutto è fatidico” King ci ripropone una nuova appassionante spirale di racconti unici, diafane narrazioni che tornano alla memoria nei momenti più impensati, come fantasmi persi che tornano al luogo di origine.
Unica pecca del libro è che si “consuma” subito come una candela che si scioglie al brillare della fiamma,  mano a mano che i racconti si leggono e finiscono, per poi tornare alla memoria forti e intensi.

Sperling & Kupfer      528 pagine,    20,90 euro.


Guerrera Elvira

al crepuscolo

Il casellante
di Andrea Camilleri.



Dalla grande penna di Andrea Camilleri nasce una nuova opera ricca di amore e sofferenza, una storia intrigante che colpisce e cattura il lettore fin dalla prima pagina.
Il casellante ci farà ridere e ci farà commuovere, con scorci di vita vera dal profumo intenso del fumo dei treni a carbone, con le vite dei personaggi, inventati, che si intrecciano tra loro in un susseguirsi di eventi tragici e se mi è concesso anche violenti, nella povertà di vite vissute allo stremo, nell’amore di un uomo per la sua donna, fino all’ inverosimile fino a dove gli occhi e la ragione non potrebbero mai vedere, nella vendetta del classico mafioso, nei racconti siciliani raramente manca di presenza, che questa volta trova tutta la nostra solidarietà e approvazione, se non il nostro plauso.
Una storia che si svolge con i rombi lontani degli aerei da ricognizione tedeschi, contro il rombo ancora più forte del cuore dell’uomo, una storia da leggere tutta d’un fiato con il respiro bloccato in fondo alla gola e gli occhi che scorrono veloci sulle pagine tra le righe cariche di storia antica.
E’ l’anno 1942, una coppia di giovani sposi, Minica e Nino ,pena per avere un figlio e li dove non riesce la scienza può la saggezza popolare, e finalmente Minica annuncia la lieta novella al suo sposo.
Nino è un casellante che per arrotondare il magro stipendio si ingegna in concertini insieme all’ amico Totò.
La vita sembra proseguire normalmente, se normale si può considerare l’arrivo di un figlio con la guerra alle porte, ma l’arrivo di un nuovo casellante porta lo scompiglio e la tragicità nella loro vita.
E li nel dolore, nella pazzia più umana che possa rivelarsi, emerge il vero amore, quello con la A maiuscola.
Non andrò oltre, il libro merita lode e merita di essere letto, rendendo grazie ancora una volta al grande maestro Andrea Camilleri.


Sellerio editore Palermo. 140 pagine. Prezzo 11,00 euro.


Guerrera Elvira  



Al buio
Patricia Cornwell



Certo siamo un po’ viziati, abituati come siamo a romanzi come L’isola dei cani o il Nido dei calabroni, oppure per rimanere nel vivo, il bellissimo personaggio di Kay Scarpetta, che molte volte ci ha tenuto con il fiato sospeso e ci ha fatto trepidare, aspettando con ansia il seguito delle storie dei personaggi.
Devo confessare che questo nuovo romanzo mi ha lasciato un po’ spiazzata, una sensazione di vuoto e di insipido, come se la mano che tante volte ci ha deliziato, scrivendo storie belle e suggestive, d’un tratto avesse deciso di privarci di una gustosa pietanza per propinarci un brodino scipito e acquoso. Francamente è da un po’ che la nostra autrice ci delude un poco con delle storie poco succose, come se ad un tratto si fosse stancata di scrivere.
Un libro acquistato forse più per abitudine, nella speranza di ritrovare l’autrice di sempre, con l’ironia, la verve che si riscontra nei personaggi delle  sue storie.
Monique Lamont è una potente e bella donna, procuratore distrettuale ambizioso e senza scrupoli che sfrutta i suoi collaboratori fino allo stremo, Win Garano è uno di questi anche se Monique sembra avere dimenticato che proprio Win le ha salvato la vita.
La storia è incentrata, nella maggior parte, sulla vita del procuratore e poco sull’indagine vera e propria. Grazie a una eccentrica collega e a un’informatore molto speciale, Win riesce a portare a termine questa missione, che in tutta sincerità gli è stata affidata più per toglierselo dai piedi che per risolvere un mistero grazie alle sue grandi capacità deduttive e intuitive.

Edito da Mondadori, 198 pagine a 18,00 euro.


Guerrera Elvira



Duma Kay
Stephen King



Il re del brivido colpisce ancora, una storia che affascina il lettore sin dalla prima pagina e che precipita, rigo dopo rigo nella realtà fantastica di Edgar Freemantle.
Un personaggio carismatico creato per regalare un'altra emozione forte. Una casa che nasconde un segreto sussurrato dalle conchiglie, un uomo mutilato di un braccio che reclama ancora la sua presenza, una donna con ricordi terribili di bambina, e la storia di vite che si incrociano e si scontrano in un crescendo di suspance, fino all’inevitabile scontro finale.
Edgar Freemantle era è stato un grande nel settore edilizio, la sua fortuna tocca gli apici quando molla la ditta per cui lavora e si mette in proprio, ma il destino lo mette davanti a una dura prova e in un terribile incidente, Edgar perde il braccio destro.
Per riprendersi fisicamente e psicologicamente, anche perché la moglie lo lascia, decide di trasferirsi a Duma Kay, in una grande villa, dove comincia a dipingere in modo frenetico.
Il suo braccio destro reclama il suo posto nel mondo e solo la pittura sembra placarlo, le conchiglie sotto la casa sussurrano parole e esseri senza vita cominciano ad aggirarsi attorno alle sue opere.
D’un tratto  Edgar si ritrova a dover affrontare morti tornati dagli abissi, e paure che si materializzano dal profondo.
Un libro mozzafiato che terrà incollati gli occhi alle pagine alle fino alla fine, con il classico ma pur sempre aspettato colpo di scena.

Edito da Sperling & Kupfer ,  un libro di 743 pagine.
                 
Guerrera Elvira

La ragazza con l’orecchino di perla




Una storia d’amore che va ben oltre il piacere fisico, un sentimento profondo che trascende la correlazione che voleva, in un periodo come quello che era il XVII secolo, il rapporto di lavoro e letto che poteva e in alcuni casi era addirittura inconcepibile che non ci fosse, tra padrone e serva.
L’unico amore vero, in questa storia ,è quello di un grande pittore che si sposa in egual modo con quello della povera serva, per l’arte. Una passione intensa condivisa nell’atelier dove si consuma l’ossessione del grande Vermeer per la ricerca della perfezione.
Un romanzo che trascina in una Delft meravigliosa, ricca di scorci suggestivi e vicoli che traboccano di viva arte.
Griet è una bella ragazza di sedici anni presa a servizio dai signori Vermeer, la sua esistenza viene sconvolta da questa nuova  vita, amata per il suo amore per l’arte e odiata per lo stesso motivo da Catharina, la moglie giovane e bella del pittore. Una storia intensa ricca di colpi di scena che portano il lettore a immedesimarsi ora nell’uno ora nell’altro personaggio, soffrendo per le pene di Griet e gioiendo per la forza interiore che dimostra fin dalla prima pagina, acconsente perfino a posare per Veermer con le labbra dischiuse, cosa inconcepibile e volgare per quei tempi dove la trasgressione era di rigore nel silenzio e non esposta e visibile come un dipinto.
La ragazza con l’orecchino di perla è un capolavoro sia artistico, è giunto fino a noi grazie al grande pittore Johannes Vermeer con il nome originale La ragazza col turbante, sia letterario con cui la scrittrice Tracy Chevalier ha regalato al mondo una storia ricca di arte e sentimento.

Neri Pozza editore, www.neripozza.it.

14,50.euro. 236 pagine.

Chi lo desiderasse può collegarsi al sito che è stato dedicato al libro:www.pearlearring.com.




Guerrera Elvira.




Il silenzio degli innocenti, Hannibal, Le origini del male.




Una suggestiva trilogia, impossibile da non leggere con un forte senso di apprensione, tre storie, esistenze che si intrecciano e vite che si perdono. La mente geniale e criminale di un uomo che si schiera con la forza e la caparbietà di una giovane recluta, per lottare contro un male potente, empio e crudele. Un serial killer uccide giovani donne e si nutre della loro essenza vitale, le scuoia e con la loro pelle si crea il bozzolo di una nuova esistenza, nella sua mente si fa strada l’ipotesi di un cambiamento radicale, una larva che si trasforma in una amena farfalla, un uomo che si trasforma in donna cambiando il suo corpo.
Quando lo scuoiatore  prende di mira la figlia del senatore e la rapisce, le indagini della polizia si intensificano, e nella speranza di riuscire a fermare questo mostro, l’fbi chiede aiuto al dottor Hannibal Lecter, tramite una giovane recluta molto empatica  e intuitiva. Clarice Starling instaura con Lecter un rapporto di reciproca fiducia, fino a far si che il dottore venga a conoscenza anche dei suoi più intimi ricordi, nel loro rapporto Lecter sente fin da subito una certa assonanza e nella sua squisita cortesia, per il dottor Lecter “ la scortesia è indicibilmente disgustosa” dona l’aiuto prezioso che porterà Clarice faccia a faccia con Buffalo Bill, lo scuoiatore.
Edito da Mondadori, 383 pagine, 8,00 euro     

Mentre Clarice da la caccia a famigerati criminali, il dottor Lecter si nasconde a Firenze, e questa volta non si tratta del suo palazzo della memoria, ma della vera “veduta” in tutto il suo splendore, ma un nuovo nemico si prospetta, un ricco e potente ex paziente del dottore. Orrendamente sfigurato e immobilizzato nel suo costoso letto, Mason cerca di far catturare Lecter, ma il destino gioca ancora con Clarice e Lecter, e i due si ritrovano a lottare di nuovo insieme verso questo nuova terribile minaccia.
Edito da Mondadori 461. pagine 17,50 euro

Nel palazzo della memoria del dottor Lecter riecheggia la voce terrorizzata di Micha.
Micha portata via e uccisa, Micha mangiata.
Hannibal viaggia  attraverso le età della sua vita e dei suoi orrori, la guerra gli ha portato via i suoi genitori e la sua sorellina è morta in un modo orribile, tutto questo segna per la vita il bambino e se forse era già nel suo dna, il giovanissimo Hannibal diventa quello che poi è, un sanguinario adolescente, un meticoloso assassino che uccide le sue vittime con efferata ferocia.
Nel palazzo della memoria riecheggia la voce di Micha, dopotutto anche per Hannibal Lecter gli agnelli non hanno smesso di belare.
Edito da Mondadori 341 pagine, 19,00 euro

Guerrera Elvira

       
  



La vita oltre la vita e nuove ipotesi sulla vita oltre la vita
Di
Raymond A. Moody  jr.




Cosa succede a un essere umano quando varca, anche se per poco, la soglia che divide la vita dalla morte? Cosa succede se quella persona tenta di togliersi la vita? Storie vere di attimi fuggenti e inspiegabili, di gente che si è "vista" morire e di ritorni dolorosi alla vita. Ogni storia una storia unica, un'esperienza indescrivibile dove però ricorre sempre un particolare, una vivida e splendente luce bianca e una voce, che le persone in quel particolare momento hanno sentito. Testimonianze di uomini e donne che hanno varcato il confine e sono tornati indietro, accompagnati da esseri di sola essenza, e vite salvate da calde voci che le hanno guidate attraverso il pericolo.
Dai padri filosofi che trattavano questi temi ai giorni nostri, dove vige la legge dello scetticismo e dove non c'è più spazio per credere alle parole del prossimo, un uomo ci ha portato le testimonianze di decine di persone che ci raccontano la loro esperienza di…..morte vissuta.
Questi due libri sono testimonianze e in quanto tali sono crude nel loro esporsi, non si può dire leggete questi volumetti, appena 160 pagine uno e 133 l'altro, perché sono dei bei libri nati dall'ingegno artistico e creativo dell'uomo, queste storie nascono per fatalità della vita, o se volete della morte, e sono riportate tali e quali, dove l'unico  e indiscusso protagonista è il destino.
Oscar mondadori, 8,40 e 8,00.

Guerrera Elvira






Torna ai contenuti | Torna al menu